Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Sciopero dei treni il prossimo 21 ottobre

Treni fermi dalle 9 alle 17, il prossimo 21 ottobre, e braccia incrociate per 24 ore da parte degli addetti ai servizi a bordo dei convogli a partire dalle 21 di giovedì 20

Ancora disagi per i viaggiatori. Dopo gli scioperi del 22 luglio e del 18 settembre si prospettano nuove difficoltà per chi dovrà viaggiare in treno. Il prossimo 21 ottobre i dipendenti del gruppo Ferrovie dello Stato incroceranno le braccia per otto ore, dalle 9 alle 17, garantendo solo i servizi minimi. Dalle 21 di giovedì 20 ottobre alle 20 del giorno successivo si fermeranno anche gli addetti alle attività di pulizia, di accompagnamento notte e di ristorazione a bordo dei convogli. Alla base della protesta c'è "una serie di scelte sbagliate e unilaterali nella gestione interna aziendale e l'ormai insostenibile situazione che si è andata determinando negli appalti dei servizi, a partire dall'accompagnamento notte", spiegano Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Fast Ferrovie e Salpas, che hanno proclamato lo sciopero.

La decisione è arrivata dopo l'esito negativo dell'incontro dello scorso 21 settembre con l'amministratore delegato di Ferrovie dello Stato. L'azienda, a giudizio dei sindacati, ha fornito risposte evasive, che dimostrano «la persistente sottovalutazione dei problemi di carattere aziendale e di quelli riferiti all'indotto di servizi, a partire dall'accompagnamento notte, settore, quest'ultimo, rispetto al quale il commitente ha ribadito una posizione di sostanziale deresponsabilizzazione sulle questioni relative alla tutela dell'occupazione e alle sempre più estese inadempienze di molti appaltatori nei confronti dei lavoratori». In occasione della riunione di settembre, continuano le organizzazioni sindacali, «l'atteggiamento tenuto dall'azienda non ha consentito di impostare quell'ormai indispensabile confronto più complessivo sullo stato del dimensionamento produttivo del Gruppo Ferrovie dello Stato che, malgrado i positivi risultati di bilancio, conseguiti con il decisivo contributo dei lavoratori, patisce l'incertezza di prospettiva delineata con il nuovo Piano di Impresa e, intanto, registra una nuova accelerazione dei processi di esternalizzazione di attività strategiche».
In attesa dello sciopero del 21 ottobre, è previsto per oggi un incontro al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sul rinnovo del contratto per gli addetti alle attività ferroviarie, estranei alla protesta, che Ferrovie dello Stato intende raggiungere entro fine mese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei treni il prossimo 21 ottobre

RomaToday è in caricamento