Cronaca

Sciopero Tir: chiusi i caselli sulla Roma-Napoli, ripercussioni su alcune consolari

Chiuso il casello autostradale di Frosinone, Anagni e Ferentino. I tir impediscono l'ingresso di mezzi pesanti sull'A1. La Casilina risente pesantemente del blocco

Arriva anche nel Lazio la protesta dei Tir e, i primi disagi al traffico, si registrano sull'autostrada A1 nel tratto Roma-Napoli.

Lo sciopero è iniziato la scorsa notte ed ha portato alla chiusura dei caselli autostradali di Frosinone e Anagni dove gli autotrasportatori hanno organizzato presidi. Tir e camion fermi anche nei pressi dei caselli di Ceprano, Cassino e San Vittore nel Lazio. Sull'A1 in Ciociaria già si registrano le prime ripercussioni negative per la circolazione, così come lungo la Casilina. La protesta, sull'onda di quella che ha bloccato la Sicilia, è scattata per contestare il rincaro del gasolio, l'aumento dei pedaggi autostradali e dell'Irpef. Lo sciopero andrà avanti per cinque giorni. Polizia e carabinieri sono impegnati a monitorare la protesta degli autotrasportatori.

Verso le 10 del mattino si è appreso della chiusura del casello di Ferentino. Gli autotrasportatori impediscono l'ingresso dei mezzi pesanti sull'A1 Roma- Napoli. Lo sciopero, che andrà avanti per cinque giorni sull'onda della protesta attuata in Sicilia, sta causando i primi problemi alla circolazione, soprattutto lungo la Casilina e altre strade interne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero Tir: chiusi i caselli sulla Roma-Napoli, ripercussioni su alcune consolari

RomaToday è in caricamento