Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Piazza della Repubblica

Fiom: metalmeccanici in sciopero coi No Tav, manifestazione del 9 marzo

In piazza per difendere l'articolo 18: i metalmeccanici manifestano da piazza della Repubblica a San Giovanni per lo sciopero indetto da Fiom-Cgil, Roma blindata

Sciopero Fiom 9 marzo 2012

Roma si blinda per il corteo dei Metalmeccanici che da piazza della Repubblica, dove fin dai primi momenti della mattinata si sono concentrati i manifestanti della Fiom, fino a San Giovanni, punto di arrivo della manifestazione. Dalle prime ore della mattina diversi elicotteri sorvolano la città. Alla manifestazione sono presenti anche i No Tav.

LA DIRETTA

14.30 - Agenzia per la mobilità informa che dalle 15.05 è stata riaperta la stazione metro A San Giovanni. Dalle 15.10 tutte le strade chiuse per il passaggio del corteo della Fiom sono state riaperte. Anche l' intera rete dei bus del Centro e' stata ripristinata.

14.00 - I manifestanti che si erano sganciati dal corteo hanno percorso correndo diverse strade vicino piazza San Giovanni cambiando ripetutamente direzione. Nella circostanza l'immediata rimodulazione dei servizi, disposta dalla Questura, ha consentito di presidiare i possibili obiettivi individuati via via in base alle diverse direzioni prese. La dislocazione dei contingenti ha consentito di tutelare la sede dell'Inps di via Amba Aradan dove il gruppo si è poi diretto esponendo uno striscione. Dopo pochi minuti il gruppo di manifestanti si è diretto verso piazza S. Giovanni. Ora sta sfilando verso la Sapienza.

ORE 13.10 La situazione in via Magna Grecia dopo una prima occupazione da parte di un gruppo di manifestanti, è ritornata alla normalità

ORE 13.00 - Lo spezzone del corteo di studenti e sostenitori del movimento No Tav che oggi ha aderito alla manifestazione della Fiom, dopo aver sfilato davanti piazza San Giovanni punto di arrivo della manifestazione, ha proseguito verso via della Magna Grecia bloccando il traffico. I manifestanti che hanno deviato dal percorso sono oltre un centinaio.

ORE 12.30 Via della Mercede è stata chiusa dagli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale, in seguito al tentativo di occupazione del Cipe da parte dei movimenti per la casa. Le persone presenti sono state identificate dalla polizia.

ORE 12.20 - Un centinaio di precari hanno occupato per alcuni minuti a Roma la sede del Cipe, in via della Mercede, il Comitato interministeriale per la programmazione economica. Lo hanno riferito i manifestanti, i quali chiedono "che i fondi per la Tav vengano stanziati invece per il welfare, la casa e il reddito". I manifestanti sono esponenti dei 'Blocchi precari metropolitani' e dei 'Movimenti per il diritto all'abitaré. La Questura ha riferito che gli occupanti sono stati subito respinti dagli agenti che ora li stanno identificando.

ORE 11.20 - La testa del corteo è giunta a San Giovanni. L'ominima fermata della metro è chiusa.

Gli studenti autorganizzati hanno denunciato "un'aggressione fascista davanti al liceo Augusto Righi." Secondo quanto raccontato, in trenta si sarebbero presentati con caschi e bastoni mentre gli studenti si preparavano per raggiungere il corteo Fiom.

ORE 11.00 - Una decina di uova sono state lanciate dagli studenti contro una filiale di Banca Intesa, al passaggio del corteo degli universitari che aderiscono al corteo della Fiom di Roma. Gli studenti hanno anche affisso sulla banca uno striscione che recitava 'Con l'augurio di un fallimento ad alta velocita".

ORE 10.30 - Reddito, diritti, audit" contro il governo dell'austerità. Dietro questo striscione, circa 300 studenti sono partiti dalla Sapienza a Roma per aderire alla manifestazione della Fiom. I giovani, tra i quali anche alcuni sostenitori dei No Tav ed esponenti dei centri sociali, raggiungeranno piazza della Repubblica per confluire nel corteo dei metalmeccanici diretto a S.Giovanni.

ORE 9.45 - Il corteo è partito da piazza della Repubblica.  In testa al corteo il segretario generale delle tute blu della Cgil, Maurizio Landini. I metalmeccanici della Fiom scioperano oggi otto ore per dire 'no' alle scelte della Fiat, per difendere i diritti e l'art.18.

ORE 9.00 - Agenzia per la mobilità informa che le linee tram 5 e 14 non sono attive tra Porta Maggiore e Termini. I bus non raggiungono Termini ma  limitano nelle zone vicine come previsto per lasciare spazio al corteo deimetalmeccanici della Fiom.

Dalle 8.40 sono già state attivate alcune deviazioni degli autobus, mentre l'intera zona di piazza della Repubblica è stata chiusa. In vista della manifestazione, il questore Tagliente ha predisposto anche la chiusura della fermata della metro A di San Giovanni.
In piazza sono attesi circa 50 mila persone.

IL PERCORSO DEL CORTEO


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiom: metalmeccanici in sciopero coi No Tav, manifestazione del 9 marzo

RomaToday è in caricamento