Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Sciopero mezzi pubblici, disagi per lunedì 7 novembre

Faisa-Cisal di Atac, Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Trasport di Ciclat si fermano per 4 ore. Gli aderenti ad Usb invece scioperano per l'intera giornata. Previsti disagi sin dalla mattinata

Due scioperi mettono seriamente a rischio la mobilità cittadina il prossimo 7 novembre. Si tratta di un'agitazione  nazionale di 24 ore e di una a carattere locale di 4 ore. La protesta, indetta da USB (Unione Sindacale di Base) Lavoro privato – Comparto trasporti, si svolgerà dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio e coinvolgerà i lavoratori Atac, Cotral, Roma Tpl e Roma Servizi per la Mobilita’. Lo rende noto l’Agenzia per la Mobilità.
 
Per l’intera giornata, quindi, saranno a rischio bus, tram, metro e le ferrovie urbane Roma Lido
, Termini Giardinetti e Roma Civita-Castellana Viterbo, le 73 linee periferiche e notturne gestite da Roma Tpl e i collegamenti regionali della Cotral. Nella protesta è coinvolto il personale viaggiante e interno, compresi gli addetti alla verifica dei titoli di viaggio, addetti ai parcheggi, ausiliari del traffico e lavoratori delle biglietterie.

Sono esclusi dallo sciopero portieri, guardiani, addetti ai centralini telefonici e ai servizi di sicurezza compresi quelli delle metropolitane.

LA DIRETTA SULLO SCIOPERO


La protesta si svolgerà nel rispetto delle fasce di garanzia. Saranno possibili disagi, per chi utilizza i mezzi pubblici, già dalla notte tra domenica e lunedì. Sempre lunedì, è in programma lo sciopero locale di 4 ore, dalle 8,30 alle 12,30 indetto dalla Faisa – Cisal. Lo sciopero era stato proclamato per il 4 novembre e in un secondo momento differito al 7.

Di seguito le foto dello scorso 3 novembre alla stazione di Lunghezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero mezzi pubblici, disagi per lunedì 7 novembre

RomaToday è in caricamento