Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Sciopero Roma Tpl, venerdì 29 settembre a rischio le linee periferiche

Braccia incrociate per 24 ore, con fasce di garanzia

A meno di 48 ore dallo sciopero di martedì, per Roma Tpl e consorziate scatta una nuova mobilitazione. Un nuovo stop, questa volta di 24 ore, è stato indetto dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti per venerdì 29 settembre. Bus periferici a rischio quindi dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. 

La decisione, si legge nella comunicazione di sciopero dei sindacati, è stata presa perché alcune problematiche sono rimaste: "Ritardi sistematici nell'erogazione delle retribuzioni; omessa contribuazione al fondo di categoria Priamo; mancata copertura economica delle cessioni del     quinto; disdetta unilaterale dell'accordo integrativo Erg; mancata erogazione della somma di 306 euro annui derivanti dall'accordo regionale del 2004".

Non solo. I sindacati "esprimono una grande preoccupazione in merito a quanto contenuto nella pre-informativa di gara approvata dalla Giunta Comunale: un aumento del servizio messo a gara, da 30 a 45 milioni di Km/Vett da dividere in due lotti che, a nostro avviso potrà produrre soltanto una diminuzione dei diritti del lavoratori, già ridotti al solo riconoscimento del CCNL secondo livello di contrattazione e una forte frantumazione del servizio che non garantirà la qualità e la quantità del servizio erogato ai cittadini romani". 

Sempre il 29 settembre ha indetto una mobilitazione anche l'Unione sindacale di base. Coinvolgerà tutte le aziende partecipate del Comune, quindi anche Roma Tpl. Verranno garantite le fasce di garanzia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero Roma Tpl, venerdì 29 settembre a rischio le linee periferiche

RomaToday è in caricamento