Cronaca Trastevere / Via Portuense, 30

Portuense: scavi portano alla luce un hub di duemila anni fa

Il cantiere di scavo è stato presentato venerdì scorso da Laura Cianfriglia, archeologa responsabile dello scavo, Maurizio Veloccia, presidente del Municipio XI, Paolo Masini, assessore capitolino ai Lavori Pubblici

Terme maschili e femminili, una stazione di posta e un luogo di culto, un vero e proprio hub di duemila anni fa ritrovato in via Portuense, sotto al ponte sul quale corrono le rotaie della ferrovia Roma-Fiumicino, alla confluenza delle arterie che nutrivano Roma, la via Portuensis e la via Campana. 

Il cantiere di scavo è stato presentato venerdì scorso da Laura Cianfriglia, archeologa responsabile dello scavo, Maurizio Veloccia, presidente del Municipio XI, Paolo Masini, assessore capitolino ai Lavori Pubblici.

Strutture di servizio, per il corpo e per lo spirito, destinate a confortare il tragitto di viaggiatori e trasportatori, moltissimi, impegnati a raggiungere i moli di Portus (oggi Fiumicino) o provenienti dai medesimi approdi commerciali per trasferire le merci destinate alla Capitale dell'Impero romano. 

I lavori pubblici in corso consegneranno il raddoppio della carreggiata di via Portuense e lo snellimento del traffico che oggi incontra una strettoia in corrispondenza del ponte sul quale transita la ferrovia Roma-Fiumicino. Intanto la Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma sta conducendo indagini archeologiche preliminari che restituiscono la fotografia di edifici e strade brulicanti di vita e di merci da almeno venti secoli.

Infatti, l'attuale via Portuense ripercorre il tracciato antico della via Portuensis che, in questo punto, incrociava la via Campana: strade sulle quali viaggiavano tonnellate di anfore con olio, granaglie, sale, tessuti e tutte le importazioni necessarie a una citta' che in fase imperiale raggiunse un milione di abitanti. 

Le strutture archeologiche che saranno aperte alla visita su prenotazione (alla mail scaviportuense@gmail.com dell'Urp Municipio Roma XI, telefono 06.6961.5333 per i giorni 29, 30 e 31 luglio 2014 alle 10.15), grazie all'iniziativa della Soprintendenza speciale per i Beni archeologici in collaborazione con il Municipio XI di Roma Capitale, sono quelle emerse dal febbraio 2014, in un cantiere che si estende a monte e a valle del ponte ferroviario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portuense: scavi portano alla luce un hub di duemila anni fa

RomaToday è in caricamento