rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca

La ditta che interra i rifiuti speciali in una buca vicino il cantiere

Lo zozzone sorpreso dagli agenti del nad nella zona industriale del IV municipio

Dal cantiere ad una fossa scavata ad hoc che si trovava vicino al luogo di lavoro. Questo il breve tragitto che un dipendente di una società edile faceva per far sparire sacchi contenenti residui di lavorazione. A scoprire l'incivile gli agenti della polizia locale che lo hanno poi fermato con le mani letteralmente nei sacchi. Succede fra  Case Rosse e Salone, nell'area industriale della periferia nord est della Capitale dove gli agenti del Nucleo decoro ambiente hanno poi indagato due persone per attività di gestione di rifiuti non autorizzata.

A scoprire lo zozzone sono stati i caschi bianchi del comando di viale Ostiense. In transito in una strada del IV municipio Tiburtino, segnalata per la presenza di cumuli di rifiuti abbandonati sulla pubblica via e nelle aree verde adiacenti, hanno notato un furgone Peugeot in sosta vicino un terrapieno a ridosso della sede stradale con vicino decine di sacchetti di plastica contenenti calcinacci. Una figura sospetta tanto che gli agenti del Nad hanno deciso di appostarsi per accertarsi di cosa stesse accadendo.

Una giusta intuizione quella dei caschi bianchi che, videocamera in mano, hanno poi ripreso l'uomo prendere i sacchi lasciati a bordo strada e lasciarli in una fossa ricavata in un terrapieno. Cinque i viaggi fatti dall'uomo con gli agenti che hanno quindi deciso di intervenire, trovando poi una buca (3 metri per 1,5) colma di inerti. 

Identificato lo scaricatore, risultato essere un dipendente di una ditta edile impegnata in alcuni lavori di ristrutturazione in un cantiere poco distante, i vigili hanno quindi controllato il carico presente nel furgone alla cui guida c'era l'uomo, all'interno del quale sono stati trovati altri 6 sacchi contenenti inerti identici a quelli abbandonati nella fossa. 

Da qui gli accertamenti che hanno portato i caschi bianchi sino al cantiere indicato dall'uomo. Informata l'autorità giudiziaria il furgone è stato sottoposto a fermo amministrativo mentre l'uomo, un sessantenne residente in Campania, è stato denunciato per attività di gestione, trasporto illecito ed abbandono di rifiuti speciali non pericolosi.  Indagata anche la rappresentante legale della ditta, che si è dichiarata estranea ai fatti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ditta che interra i rifiuti speciali in una buca vicino il cantiere

RomaToday è in caricamento