Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca Via Augusto Graziani

Casalotti come Gomorra: scoperta sartoria clandestina per produrre giacche e borse contraffatte

Sono dieci i lavoratori in nero trovati dagli agenti della Polizia Locale in un laboratorio di via Augusto Graziani. Migliaia gli articoli sequestrati

La sartoria clandestina scoperta dalla Polizia Locale a Boccea

Casalotti come Gomorra. Giacche, scarpe e borse di famose griffe completamente contraffatte. A realizzarle in una sartoria professionale clandestina alcuni cittadini extracomunitari, sia uomini che donne, quasi a voler spostare la produzione degli articoli contraffatti dalla Campania alla Capitale.  A scoprire il laboratorio sartoriale ricavato all'interno di una villa nella zona di Boccea-Casalotti i vigili urbani di Roma. Il blitz questa mattina in via Augusto Graziani, vicino al parco della Cellulosa dove i 'caschi bianchi' hanno trovato i dieci lavoratori in nero intenti nella produzione di articoli contraffatti destinati alla vendita abusiva nel territorio.

IL VIDEO DELLA SARTORIA CLANDESTINA

SARTORIA PROFESSIONALE - Gli agenti, appartenenti ai gruppi GSSU e SPE, coordinati dal vicecomandante del corpo Lorenzo Botta, sono arrivati nella sartoria di Boccea a seguito di una attività di indagine. Qui hanno trovato e sequestrato una laboratorio professionale clandestino, oltre a scarpe, borse, giacche e altri articoli griffati. Da una prima stima si quantificano gli articoli a decine di migliaia di pezzi. Numerose le griffe riprodotte, dalle scarpe Adidas, alle giacche Colmar, passando per K-Way ed Asics. Oltre 30mila i prodotti sequestrati. 

INDAGINI IN CORSO - Identificate le persone presenti, le operazioni e le indagini sono tuttora in corso. "La nostra attività - afferma il Comandante Generale Diego Porta - attenzionerà oltre che il singolo venditore abusivo anche e soprattutto le centrali di produzione di merce contraffatta".

 L'ASSESSORE MELONI -  L'operazione della Polizia Locale ha trovato il commento dall'assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro del Comune di Roma Adriano Meloni: "L’operazione è stata possibile grazie ad un’ottima attività di intelligence che ha permesso di scovare un laboratorio illegale in cui venivano prodotti e assemblati capi di abbigliamento contraffatti. Questa è l’azione di lotta all’abusivismo commerciale che stiamo perseguendo ogni giorno. Sul campo contro i venditori abusivi, ma soprattutto all’origine, per recidere i canali che li riforniscono di merce contraffatta". 

FABBRICA DEL FALSO -  "I vigili hanno individuato locali nei quali otto persone erano dedite al confezionamento di prodotti illegali. Dentro il magazzino c’erano attrezzature e circa 30.000 capi di abbigliamento pronti a finire nella rete del commercio illegale che si avvale della manovalanza di venditori abusivi. La merce è stata posta sotto sequestro” continua. Ringrazio gli agenti di GSSU e SPE e il vicecomandante Lorenzo Botta che ha coordinato le operazioni - conclude Meloni -. La linea della legalità va difesa, anche a tutela di chi svolge ogni giorno, dalla mattina alla sera e onestamente, il proprio lavoro nel commercio". 
 

Sartoria contraffazione via Augusto Graziani 2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casalotti come Gomorra: scoperta sartoria clandestina per produrre giacche e borse contraffatte

RomaToday è in caricamento