Cronaca

Sanità: per un esame tempi d'attesa infiniti

Per un esame si aspetta in media 60 giorni. In alcuni casi però si parla di anni. La denuncia è delle associazioni dei consumatori a seguito di un'indagine a campione. I risultati peggiori sono quelli dell'Asl Roma A

I tempi d'attesa per un esame nella Regione Lazio non accennano a diminuire, anzi. In media si aspetta 60 giorni, ma non mancano i casi in cui le attese superano l'anno.

E' quanto denunciano le associazioni Movimento Consumatori, CODICI, Aduc, Unuss e Focus-Casa dei Diritti Sociali che hanno condotto na ricerca sui tempi di attesa delle prestazioni sanitarie presso tutte le strutture Asl della Regione Lazio.

I risultati più eclatanti? Eccoli. Per una visita gastroenterologica al Grassi (Asl Rm D) si può aspettare 610 giorni; per una risonanza magnetica alla colonna al Santo Spirito (Asl Rm E) 281 giorni; per una TAC al CTO (Asl Rm C) 210 giorni; per una visita endocrinologica al Pertini (Asl Rm B) 270 giorni.

La ricerca, inserita nell'ambito del progetto della Regione Lazio "Da paziente ad impaziente", è stata effettuata attraverso due rilevazioni: una a gennaio, con l'intervista di 1233 utenti e una a ottobre, con l'intervento di 795 utenti.

La rilevazione è stata fatta con l'intervista diretta agli utenti del servizio sanitario intenti a prenotare una visita o un esame diagnostico, non senza l'ostilità di alcune strutture.

La percentuale di prestazioni erogate fuori tempo massimo rileva, da gennaio a ottobre, il peggioramento di tutti i distretti sanitari di Roma e del Lazio. A gennaio 9 casi superavano il 50% di prestazioni erogate fuori tempo massimo, con punte negative per la Asl Rm H (64,4%).

A ottobre, 7 casi superano il 50% di prestazioni fuori tempo massimo e fra queste 4 superano il 60%: Asl Rm C con il 68,7%, Asl Rm G con il 64,7%, Asl Rm H con il 63,6%. E non mancano le liste chiuse.

Dalla ricerca appare particolarmente preoccupante la situazione dell'Asl Rm Ache peggiora nella seconda rilevazione, passando da 32,4% di prestazioni oltre il limite di tempo al 48,7%. La Asl Rm H sia a gennaio che a ottobre presenta una percentuale di prestazioni fuori tempo massimo superiore al 60%. I tempi di attesa migliorano invece per la Asl Rm B, che passa da uno sforamento del 58,9% al 41,6%, e per il Santo Spirito.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: per un esame tempi d'attesa infiniti

RomaToday è in caricamento