Sanità: lavoratori ex Centro anni verdi occupano la sala della Regione

La protesta è legata al mancato pagamento dello stipendio di dicembre e al generale reiterarsi dei ritardi. Il sindacato Rdb – Cub: “Chiediamo che i servizi vengano reinternalizzati, per il bene dei lavoratori e degli utenti”

Un gruppo di circa 15 dipendenti del Consorzio Ri.Rei, nei centri di assistenza all'handicap ex Anni Verdi di Roma, Civitavecchia, Santa Marinella e Lido dei Pini, affidati al consorzio Ri.Rei dalla Regione Lazio, insieme alla RdB-Cub e ad alcuni familiari dei pazienti, stamattina ha occupato la Sala Nuova del consiglio regionale del Lazio, in via della Pisana a Roma.

I dipendenti hanno protestato perché "non hanno ricevuto lo stipendio di dicembre e solo il 50% della tredicesima e lamentano la reiterazione di tale comportamento da parte del Consorzio”.

I genitori dei disabili sono insoddisfatti di come il servizio viene gestito

I lavoratori chiedono quindi che la Regione Lazio eroghi direttamente ai lavoratori, e non al Ri.Rei, le retribuzioni dovute. Inoltre c'è la richiesta che “la Regione decida celermente sul mantenimento o meno dell'affido al  Consorzio Ri.Rei, affido ormai scaduto il 15 dicembre 2008".    

Ad occupare la sala della Regione ci sono anche dei familiari degli assistiti perché, ci dicono dal sindacato RdB-Cub, “sono insoddisfatti di come il servizio viene gestito. Anche per questo chiediamo che il servizio venga reinternalizzato. Una gestione diretta fa sì, non solo che il servizio funzioni meglio, ma che costi anche di meno agli assistiti”.

Nel corso del 2008 i lavoratori del consorzio Ri.Rei hanno più volte protestato contro il ritardo nei pagamenti degli stipendi. E' successo sia quest'estate che a novembre. Oggi l'occupazione della Regione, a cui ha fatto seguito l'incontro con il senatore, nonché vice presidente della Regione, Montino.

“Ai lavoratori del consorzio va tutta la solidarietà di Rifondazione Comunista”. Ad affermarlo è il capogruppo del Prc alla Regione Lazio, Ivano Peduzzi. ''La scelta di affidare provvisoriamente al consorzio Ri.Rei i servizi di riabilitazione gestiti tra Roma e provincia fino al 2006 nei vari centri ex Anni Verdi”, spiega l'esponente del Prc, “è stata assolutamente fallimentare.'Questo conferma che ogni ipotesi di accreditamento futuro è da escludere nella maniera più assoluta. Il servizio deve ritornare alle Asl''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento