Convegno "CCSVI nella Sclerosi Multipla Onlus"

Insufficienza Venosa Cronica Cerebrospinale e Sclerosi Multipla

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Torna a Roma il SANIT - Forum Internazionale della Salute, dal 14 al 17 dicembre a Roma presso il Palazzo dei Congressi. Tra gli appunti previsti nell'edizione 2014, il convegno "CCSVI: condizione o patologia vera e propria" dedicato all'insufficienza venosa cronica cerebrospinale ed il suo legame con patologie neurodegenerative come la sclerosi multipla. L'incontro, organizzato in collaborazione con Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla Onlus, avrà luogo domenica 14 dicembre nella sala 2 del Palazzo dei Congressi dalle 14:00 alle 18:00. Interverranno esperti italiani altamente rappresentativi della libera ricerca medica.

La sclerosi multipla (SM) è una malattia neurodegenerativa demielinizzante, cioè con lesioni a carico del sistema nervoso centrale, spesso invalidante, la cui causa non è mai stata individuata. Colpisce in Italia circa 65 mila persone (tre milioni nel mondo), per la maggior parte giovani adulti (trai 20 e i 40 anni), e due su tre sono donne.

Nel 2006 il prof Paolo Zamboni, dell'Università di Ferrara, con i suoi studi ha rilevato in diversi malati di sclerosi multipla la presenza di una condizione anomala, di tipo venoso, che ha chiamato Insufficienza Venosa Cronica Cerebrospinale (CCSVI). Si tratta di malformazioni congenite trunculari delle vene giugulari e/o della vena dorsale chiamata azygos, che impediscono al sangue di defluire normalmente dal cervello verso il cuore. Curando alcune di tali malformazioni venose con l'angioplastica, pratica mininvasiva normalmente in uso da 30 anni per le arterie, secondo alcuni studi la qualità della vita e le condizioni di alcuni malati di SM possono migliorare. La scoperta della CCSVI ha quindi spalancato un orizzonte del tutto nuovo nel panorama della perfusione cerebrale e spinale, e del rapporto di quest'ultima con la neurodegenerazione.

"Lo studio della CCSVI e del suo legame con patologie neurogenenerative come la sclerosi multipla si sta progressivamente affermando ed è confermata da diversi studi italiani ed internazionali, il SANIT rappresenta una preziosa occasione per discutere di tale affermazione scientifica anche in Italia" dichiara Gabriele Reccia, Presidente Nazionale dell'Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla Onlus.

Di seguito il link al Programma del SANIT:
https://www.sanit.org/category/convegni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento