menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Basilio e Colle Prenestino, quando le aree verdi diventano nascondigli della droga

È quanto scoperto dai carabinieri che hanno arrestato 4 persone con l'accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti

Aiule, giardini e parchi pubblici usati come nascondiglio della droga da rivendere nelle piazza di spaccio. Succede in diverse zone di Roma, con le ultime due operazioni dei carabinieri che hanno sottolineato come sia una abitudine sia a San Basilio che nell'area del Colle Prenestino. 

In via Morrovalle, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Monte Sacro hanno notato un 40enne e un 22enne, entrambi romani, parlare in strada e, poco dopo, il 40enne spostarsi tra le siepi ai margini della carreggiata, nascondendo alcuni involucri.

A questo punto i carabinieri si sono avvicinati per una verifica: il 22enne è scappato sperando di eludere gli accertamenti ma è stato bloccato immediatamente, mentre altri militari hanno recuperato quanto occultato dal 40enne, scoprendo che si trattava di involucri contenenti dosi di hashish.

La successiva perquisizione ai due fermati ha permesso di rinvenire altre dosi della stessa droga e 200 euro in contanti nelle tasche del 40enne, 8 grammi di cocaina e 120 euro nelle tasche del 22enne. I due sono quindi stati arrestati e sottoposti agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

I carabinieri della compagnia Piazza Dante, invece, hanno arrestato un 43enne del Gambia e un 34enne del Mali, entrambi senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine, mentre, dopo essersi appartati tra un'aiula di un'area verde in via Emilio Longoni, zona Colle Prenestino, hanno ceduto alcune dosi di cocaina ad un uomo.

Gli uomoni dell'Arma sono intervenuti bloccando i pusher e identificando l’acquirente, un 56enne romano, poi segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo di Roma, quale assuntore. I militari hanno anche effettuato un attento sopralluogo dell’area, rinvenendo, occultato tra la vegetazione, un barattolo di vetro, contenente 65 grammi di eroina, già suddivisa in dosi. Gli arrestati sono stati portati e trattenuti in caserma, in attesa del rito di convalida.

Tutta la droga e il denaro sono stati sequestrati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento