Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Prenestino / Viale della Venezia Giulia

Ruspe a Villa Gordiani, giù le reti e gli spogliatoi del campo di calcio dentro il parco

Le operazioni di demolizione del campo di calcio a Villa Gordiani iniziate stamattina, giovedì 27 dicembre

Villa Gordiani si è svegliata con le ruspe. Via il campetto di calcio e le strutture costruite ed utilizzate come spogliatoi. Sul posto le pattuglie di Polizia locale del V Gruppo Prenestino incaricate di dare esecuzione alla “demolizione di un manufatto abusivo”.

Un’operazione che ha letteralmente tirato giù dal letto i ragazzi della Asd Villa Gordiani che su quel fazzoletto di terra avevano in mente di riportare nel quartiere un’associazione sportiva di calcio popolare. Insieme a loro anche gli abitanti e i membri del comitato di quartiere: “Invece di recuperare uno spazio di socialità per il quartiere preferiscono demolirlo”, dicono.

VIDEO | Ruspe allo storico campo di calcio di Villa Gordiani 

Eppure, questo abbattimento era stato scritto nero su bianco in una direttiva municipale firmata del presidente di municipio, Giovanni Boccuzzi, a maggio 2017. “Non abbiamo fatto altro che eseguire quanto indicato ius quel documento - sottolinea il minisindaco del V municipio -. Quelle strutture sono abusive da tanto anni e vanno abbattute. Quell’area verrà restituita ai cittadini come verde pubblico, mentre la sovrintendenza si occuperà di recuperare la parte archeologica del parco”.

Una decisone fortemente contestata dai residenti che su quest’area stavano portando avanti, dicono a Roma Today, un’interlocuzione con l’assessorato municipale ai Lavori pubblici: “Da tempo proviamo a proporre un progetto di recupero dell’area da destinare al quartiere con attività sportive a  prezzi popolari - spiega Leonardo della Asd Villa Gordiani -, avevamo in programma un incontro in municipio fissato per il 21 gennaio, ed oggi portano le ruspe. Senza dimenticare che qui vive un uomo anziano che fa il custode e che ora rimane in mezzo ad una strada”.

“Non mi risulta al un tavolo di confronto su questo, nemmeno la presentazione di alcun progetto - risponde Boccuzzi -, senza dimenticare che le stime di recupero dell’area che abbiamo richiesto a suo tempo ipotizzavano fondi che il municipio non ha, un milione di euro. Una cifra assolutamente insostenibile e visto che parliamo di costruzioni abusive vanno buttate giù”. “Per quanto riguarda la persona che viveva li - conclude il minisindaco -, i servizi sociali sono stati attivati”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruspe a Villa Gordiani, giù le reti e gli spogliatoi del campo di calcio dentro il parco

RomaToday è in caricamento