rotate-mobile
Cronaca Romanina

Un video citofono e serrature blindate per difendere il fortino dello spaccio

I poliziotti hanno fatto irruzione e arrestato due donne e un uomo

Avevano progettato tutto nei minimi dettagli con un sistema di video citofoni che inquadravano la strada per monitorare anche l'eventuale arrivo delle forze dell'ordine, una porta con tanto feritoia attraverso la quale veniva scambiata la droga con il denaro e una serie di chiavistelli e serrature per proteggere il bunker. 

Così avevano difeso per mesi un fortino della droga all'ultimo piano di una palazzina nella zona della Romanina. A bloccare i loro affari sono stati gli agenti della polizia di Stato che hanno arrestato due donne peruviane e un uomo cubano, rispettivamente di 34, 32 e 40 anni.

Il fortino, costantemente vigilato, era diventato la base dello spaccio. I poliziotti in borghese, riuscendo a far aprire la porta da uno degli indagati fingendosi un cliente, hanno arrestato i tre e hanno scovato quasi 200 grammi di marijuana, nascosta in diversi punti dell'abitazione, circa 200 euro e vario materiale per il confezionamento delle dosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un video citofono e serrature blindate per difendere il fortino dello spaccio

RomaToday è in caricamento