Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Roma violenta: è uno scontro tra bande, l'analisi del Ministero degli Interni

Uno scontro tra bande, la criminalità organizzata non c'entra. E' l'analisi del ministero dell'Interno sulla Roma violenta dell'ultimo periodo

Non c'entrerebbe la criminalità organizzata negli episodi di violenza e negli omicidi che stanno sconvolgendo Roma, ma si tratterebbe di uno scontro tra bande. A dirlo è il Ministero dell'Interno che ha effettuato un'analisi sul problema.
"Un segnale confortante - dice il sindaco Gianni Alemanno - anche se bisogna fare una valutazione attenta per capire che tipo di rischio abbiamo di fronte". E una 'mappa del rischio' sarà realizzata al più presto, secondo quanto stabilito nell'incontro al Viminale tra il sindaco e il ministro dell'Interno Roberto Maroni. L'obiettivo è "verificare l'adeguatezza dei presidi delle forze di polizia già presenti sul territorio": insomma, se ci sono abbastanza poliziotti e carabinieri a dare la caccia ai gruppi criminali che uccidono e feriscono anche per strada e in pieno giorno. Oggi si svolge alla prefettura di Roma una riunione tecnica di coordinamento tra le forze di polizia e i vertici degli uffici giudiziari del distretto. Oggetto "un'analisi approfondita della situazione e delle misure da adottare", è stato spiegato. L'incontro sarà presieduto dal sottosegretario agli Interni Alfredo Mantovano, una scelta che ha riscosso l'esplicito gradimento di Alemanno. Al Viminale è stato deciso inoltre che in autunno sarà aggiornato il 'Patto per Roma sicura'.


Si tratterà della terza versione da quando questo strumento è stato inaugurato. Ci sarà "un'attenta valutazione su quanto fatto in precedenza per un nuovo impegno che vede coinvolte le forze dello Stato - ha affermato il sindaco" evidenziando col ministro che il sottosegretario Mantovano darà "un impulso in più alla redazione del Patto". Per quanto riguarda le risorse, ha spiegato Alemanno, "ognuno metterà sul tavolo le proprie e lo farà anche il ministero". Secondo il segretario del Pd di Roma, Marco Miccoli, Alemanno "cambia idea ogni 24 ore": prima invoca più uomini delle forze dell'ordine e mezzi per combattere la criminalità organizzata, "poi ci riviene a dire che va tutto bene e gli omicidi a Roma dipendono solo da piccole bande criminali, quasi fossero dei teppisti". Di "tempestiva sinergia tra il governo e l'amministrazione" parla invece il Pdl romano attraverso il proprio coordinatore, il deputato Gianni Sammarco, che ritiene quella odierna "la migliore risposta alla recrudescenza della criminalità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma violenta: è uno scontro tra bande, l'analisi del Ministero degli Interni

RomaToday è in caricamento