rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Addio alla tessera da 18 euro: "Roma si muove senza gli studenti"

Associazioni e sindacati studenteschi protestano contro la decisione dell'Atac e del Comune di Roma. Sulla rete e nelle assemblee crescono le iniziative per chiedere di non vessare ulteriormente i giovani

Monta la rabbia e la preoccupazione tra gli studenti romani e fuorisede dopo la notizia della scomparsa della tessera mensile da 18 euro, sostituita dall'obbligo di card annuale, acquistabile previa presentazione dell'Isee. La definiscono una vera e propria stangata che va in direzione opposta rispetto a quanto accade in altre città italiane e, manco a dirlo, rispetto ad altre capitali europee. Rete degli Studenti, Udu e Link Roma sono in allerta e pronti ad iniziative di protesta per non perdere quello che è un diritto acquisito da anni.

ROMA SENZA STUDENTI - Si chiama provocatoriamente così il sito messo in piedi dall'associazione degli studenti Link. E' possibile trovarlo all'indirizzo  https://romasenzastudenti.tumblr.com ed è da qui che si stanno muovendo le primissime iniziative di proteste. "E’ inaccettabile che Roma" spiegano da Link "una città che conta oggi circa 250.000 studenti universitari, possa pensare di eliminare qualsiasi tipo di agevolazione per i soggetti in formazione e di rinunciare a qualsiasi politica sulla mobilità studentesca". Sul sito è partita l'iniziativa che prevede la partecipazione degli studenti, invitati a "scattare una fotografia a inviarla a link.roma@gmail.com e a scrivere ad Alemanno e a InfoAtac su twitter esprimendo le critiche". Su twitter è già attiva l'hashtag #romasenzastudenti.

CONTRO I PIU' DEBOLI - Pronti alla lotta anche Rete degli Studenti ed Udu. "E' assurdo", spiegano dalla Rete degli studenti, "che a pagare siano le fasce più deboli. Lo è ancora di più in un periodo di crisi come questo. Noi eravamo pronti a chiedere l'estensione dell'abbonamento da 18 euro a tutti gli studenti ed invece è arrivata questa doccia fredda". Secondo le associazioni è assurdo "decidere di eliminare questa agevolazione che di fatto cancella il diritto alla mobilità per gli studenti medi e per quelli fuorisede che, anche se non romani, a Roma portano un sacco di soldi".

COSA ACCADRA' - La situazione, esplosa grazie alle prime comunicazioni inviate a casa dall'Atac, è assolutamente molto confusa. Di certo si sa che la tessera da 18 euro non sarà più acquistabile. Chi ne aveva diritto? Usufruivano di questa tessera i giovani romani, studenti e non, sotto i 20 anni di età. L'agevolazione era estesa anche agli universitari romani sotto i 26 anni d'età e quelli fuorisede titolari di una borsa di studio Adisu.

Quale l'alternativa a partire da maggio? L'agevolazione diventa annuale e vi si potrà accedere presentando domanda Isee. C'è in effetti un risparmio. La tessera annuale costa tra i 130 e 150 euro. Il problema però è che le soglie sono, come denunciato dagli stessi sindacati, "al limite della povertà" (10.000 / 15.000 / 20.000). Per gli studenti medi e per le loro famiglie però il problema è duplice. Chi ha più figli ( 2 o 3 ) si ritroverà a maggio a dover sborsare una tantum 300 / 450 euro. L'alternativa è l'abbonamento mensile classico che passerà a 35 euro. Rispetto ai 18 euro insomma quasi il doppio. Il secondo problema è che la tessera annuale, quando si riesce ad ottenerla, vale per tutto l'anno. Quella mensile consentiva di scegliere, nei mesi estivi, di non comprare l'abbonamento.

Ancora più confusa la situazione per gli studenti universitari fuorisede. Al momento infatti non si sa se il diritto acquisito con la borsa Adisu sarà mantenuto o meno. Di certo, non c'è la tessera. Il dubbio è: si dovrà presentare una nuova certificazione Isee (dopo quella già presentata all'Adisu)? Di certo ci sarebbe l'esborso a inizio giugno di 150 euro che varranno sì per tutto l'anno ma che per le casse degli studenti sono uscita non da poco.

Udu e Rete degli studenti hanno organizzato delle assemblee per cercare di capire il da farsi. Nei prossimi giorni potrebbero esserci anche delle manifestazioni in cui i giovani sperano di riuscire anche i pensionati, altra categoria pesantemente vessata.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio alla tessera da 18 euro: "Roma si muove senza gli studenti"

RomaToday è in caricamento