Roma Lido: "Entro aprile 20 capitreno in più e interventi tecnologici sulla linea"

Atac prende coscienza delle enormi falle del servizio, a singhiozzo anche ieri sera, e dà notizia di un piano di riordino del servizio. Il 9 gennaio la riunione conclusiva con le organizazioni sindacali

Guasti, personale assente, treni fantasma che passano ogni mezz'ora. Ormai la Roma Lido è una barzelletta, ma non per chi la vive e ogni giorno è costretto all'inferno. Di storie sulla Freccia del Mare, non a caso ribattezzata Feccia del Male, ne abbiamo raccontate tante. Ultima l'odissea di ieri sera: passeggeri indiavolati che hanno occupato i binari per protestare contro gli ennesimi, infiniti, ritardi. 

Colpa stavolta un po' dei dipendenti Atac in protesta e un po' della carenza di personale che, a prescindere, condanna la linea a un singhiozzo perenne. E i pendolari a patire. Ma forse la speranza non è perduta. 

L'azienda dei trasporti, almeno sulla carta, prende coscienza delle enormi falle e dà notizia di un piano di riordino del servizio. "Le indisponibilità di personale che si sono registrate nei giorni precedenti - si legge in nota - hanno già portato in data odierna alla convocazione delle organizzazioni sindacali per affrontare e definire iniziative all'interno di un cronoprogramma puntuale". La manovra andrà in due direzioni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'immissione, entro il mese di aprile, di 20 capitreno, adeguatamente formati e abilitati sulle specifiche tecniche della linea e completamento degli interventi tecnologici sulla linea, già finanziati dalla Regione, al fine di consentire la revisione dell'attuale modello di organizzazione del lavoro ed assicurare una più efficiente regolarità delle frequenze dei treni".
 
La riunione conclusiva con i sindacati si terrà il 9 gennaio. "L'azienda - conclude in nota - in un quadro chiaro di iniziative concrete e fattive avviate, confida sulla piena collaborazione del personale per limitare al massimo i disagi per la Clientela, nel periodo necessario per l’entrata a regime delle iniziative pianificate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

  • Ater, in vendita oltre 7mila case popolari dal Laurentino a San Basilio: ecco il piano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento