Cronaca

Olimpiadi 2020, Alemanno: se vince Roma villaggio a Tor di Quinto

Il progetto del villaggi "è un'ipotesi e una volta approvato lo presenteremo al Comitato olimpico e se quest'ultimo sceglierà Roma, se ne parlerà dopo il 7 settembre 2013"

Il sindaco Gianni Alemanno, durante un incontro all'Ippodromo di Tor di Quinto con i vertici del comitato promotore di Roma 2020 ha voluto sottolineare che il progetto del villaggio a Tor di Quinto "é un'ipotesi e una volta approvato lo presenteremo al Comitato olimpico e se quest'ultimo sceglierà Roma, quindi se avremo l'assegnazione, se ne parlerà dopo il 7 settembre 2013".

Di certo, questo progetto di un villaggio che si estende su 26 ettari da una parte e otto dall'altra, garantisce "il rispetto di quello che i Lancieri, l'Esercito e la Cavalleria rappresentano in questa zona" e quindi l'Ippodromo non verrà minimamente toccato dalle strutture residenziali e dagli impianti del villaggio. "Era un impegno che avevamo preso - ha concluso Alemanno - e ora abbiamo mostrato le carte. Questo è solo il primo passo perché poi serviranno gli accordi formali, le convenzioni, e soprattutto dovrà essere scelta l'area di Tor di Quinto, una cosa che auspichiamo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olimpiadi 2020, Alemanno: se vince Roma villaggio a Tor di Quinto

RomaToday è in caricamento