Cronaca

Tivoli, sospettano un furto di rame e aggrediscono due rom: arrestati

I tre sono entrati nel campo rom di Tivoli Terme e dopo aver minacciato i presenti, hanno aggredito due abitanti del villaggio perché sospettati di furto di rame

Tre persone, tra i 31 e i 46 anni, sono stati arrestati dalla polizia di Tivoli perché accusati di sequestro di persona, tentata estorsione, lesioni e discriminazione razziale.

I tre sono entrati questa notte nel campo nomadi di Tivoli Terme, e dopo aver minacciato di morte i presenti e di dare fuoco all'accampamento, hanno aggredito violentemente due rom, caricandone uno in macchina per condurlo in un appezzamento di terreno a Villalba di Guidonia dove si è verificato un furto.

Qui è stato picchiato ripetutamente, apostrofato con frasi ingiuriose e discriminanti, sottoposto a maltrattamenti rimanendo per 40 minuti in balìa dei sequestratori, i quali hanno cercato di costringerlo ad assumersi la responsabilità del furto di alcuni rotoli di rame di loro proprietà e lo hanno lasciato andare solo dopo nuove minacce di morte ed avergli intimato di restituire quanto trafugato.

La vittima, medicata con 8 giorni di prognosi per lesioni e contusioni in varie parti del corpo, è stata soccorsa dalla Polizia di Stato alla quale si è rivolta non appena riacquisita la libertà ed ha cui ha denunciato dettagliatamente tutte le angherie subite dei tre. I tre, rintracciati dagli agenti del Commissariato di Tivoli ed arrestati per sequestro di persona, tentata estorsione, lesioni e discriminazione razziale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tivoli, sospettano un furto di rame e aggrediscono due rom: arrestati

RomaToday è in caricamento