Ancora roghi tossici al campo rom di via Candoni: maxi lavoro per i vigili del fuoco

Tre le squadre dei pompieri impegnate nella zona della Muratella. Nonostante l'incontro con il Prefetto Gabrielli ancora incendi nell'area dell'XI Municipio

La colonna di fumo sprigionata dal campo di via Candoni

Una densa colonna di fumo nera che si libera nel cielo, odori nauseabondi e roghi tossici. La scena è sempre la stessa, così come la puzza e l'emergenza. Ancora un incendio al campo rom di via Luigi Candoni a Muratella. A prendere a fuoco anche nel pomeriggio di oggi, nemmeno a dirlo, rifiuti e materiale ferroso accatastati nella strada che porta all'area attrezzata dell'XI Municipio. Per spegnere il focolaio hanno lavorato dalle 16:00 e per diverse ore di oggi tre squadre dei vigili del fuoco. L'ultimo grande rogo lo scorso week end. 

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ARVALIA - "Anche oggi un nuovo "rogo tossico" alla Muratella - la denuncia del presidente del Consiglio del Municipio Roma XI Emanuela Mino - ancora una volta brucia materiale cangerogeno frutto dell'attività illegale di commercio di metalli. È necessario che il Prefetto al più presto stabilisca un Presidio delle Forze di Polizia all'esterno del Campo Candoni, così come ha annunciato lo scorso 9 Dicembre in occasione del tavolo per l'ordine e la Sicurezza". 

INTERVENTO TEMPESTIVO - "Non si può aspettare oltre - prosegue Emanuela Mino -. Anche se questa volta l'intervento tempestivo delle forze dell'ordine e dei vigili del fuoco ha tamponato il rogo sul nascere; servono soluzioni adesso, soluzioni che vedano, da subito, il presidio come deterrente all'attività criminale e a tutela della salute pubblica e poi la chiusura definitiva del campo, per mettere la parola fine al degrado di quest'area e consentire una riqualificazione vera di questo quadrante di città".

ROGHI A CANDONI - Incendi che si ripetono di giorno e di notte con colonne di fumo ed odori nauseabondi che non sono più una novità per gli abitanti di Magliana, Muratella e Casetta Mattei. Nonostante le richieste di intervento per la soluzione del problema anche oggi i vigili del fuoco sono dovuti intervenire nell'area di via Candoni. Un argomento scottante che ha visto il prefetto di Roma Franco Gabrielli incontrare proprio ieri i cittadini del Municipio Arvalia ai quali ha onestamente affermato: "I campi rom vanno chiusi, ma io non posso farlo. Stop a camion e furgoni per fermare i roghi". 

SOLUZIONI TAMPONE - Intanto, l'unica soluzione tampone, sono i controlli. "Se dovremo mettere un presidio fisso del reparto mobile lo faremo - le parole di Gabrielli ai residenti dell'XI Municipio - va riaffermato un principio di legalità. "Oggi come oggi la prima cosa che dobbiamo fare è ripristinare un controllo. Il tema di Candoni non è l'unico, ho anche quelli del campo de La Barbuta, di via Salviati e Castel Romano. La prima domanda che feci fu "ma avete aspettato me?", mi hanno risposto che fino a due anni fa con l'emergenza rom c'erano c'erano fondi, presidi, controlli e attività di mediazione sociale. Dobbiamo ripristinare tutto e abbiamo deciso con il subcommissario di ripristinare immediatamente il controllo ed evitare che ci sia il flusso di materiale che poi deve essere trattato". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

Torna su
RomaToday è in caricamento