menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ansa

Foto Ansa

Esplosione Rocca di Papa, il riscatto dopa la paura: "Ci risolleveremo". Zona Rossa ristretta

Ancora interrotte le forniture di metano e di energia elettrica che potrebbero tornare definitivamente operative entro il week end

Rocca di Papa vuole risollevarsi. Dopo l'esplosione del 10 giugno scorso, dovuta ad una fuga di gas, che ha distrutto il palazzo comunale e ferito 16 persone, tra cui il sindaco e una bambina di 5 anni operata all'ospedale Bambin Gesù di Roma, la comunità e le istituzioni locali lavorano per tornare alla normalità.

Alcuni cittadini hanno trovato riparo da parenti e amici, mentre per quelli rimasti provvisoriamente in strada è scattato il piano di assistenza del Comune coadiuvato dalla Croce Rossa Italiana e dalla Protezione civile regionale. L'intera area attigua al corso principale è stata evacuata per consentire le indagini degli inquirenti ma anche per procedere con la messa in sicurezza delle abitazioni direttamente collegate all'impianto sotterraneo di distribuzione del gas.

Esami che hanno dato esiti positivi, come ha comunicato la Vicesindaco Veronica Cimino, alla luce dei fonogrammi trasmessi dai Vigili del Fuoco, con una nuova ordinanza con la quale ha ristretto l’area della Zona Rossa, che ora comprende esclusivamente il lato destro (a salire) di Corso della Costituente, nel tratto che va dal civico 16 al 32.

"Con tale restringimento, si riduce notevolmente il numero di abitazioni comprese nella Zona Rossa, che in gran parte potranno tornare ad ospitare le famiglie ivi residenti. Stesso discorso per quanto riguarda i commercianti, che potranno rientrare sin da subito nei propri locali e riprendere l’attività lavorativa. - si legge nell'ordinanza - Inoltre, con questa ordinanza, Corso della Costituente viene aperto al passaggio dei pedoni, che nel tratto centrale dovranno però percorrerlo sul marciapiede di sinistra (a salire)".

Il video dei soccorsi a Rocca di Papa

Via San Francesco d'Assisi e via Umberto De Luca, invece, sono ora accessibili sia al traffico veicolare sia ai pedoni. Persiste il divieto di accesso alle abitazioni site ai civici 21 e 24 di via Umberto De Luca. L'inagibilità comprende anche due locali commerciali, per i quali verranno messe in campo urgenti misure precauzionali per garantirne la pronta riapertura.

Le immagini dei soccorsi: il video

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'ordinanza rappresenta una misura necessaria per mitigare i disagi alla cittadinanza, già provata dai drammatici eventi di lunedì – spiega la Vicesindaco, Veronica Cimino – L'intera Amministrazione, coadiuvata dalla struttura comunale e da molti cittadini, è a lavoro in maniera incessante alla gestione dell'emergenza in corso. Siamo in costante comunicazione con gli enti sovracomunali, il cui sostegno concreto e tempestivo è fondamentale per superare in tempi brevi i grandi problemi che siamo tenuti ad affrontare. Voglio rassicurare tutti i cittadini che il nostro impegno non si fermerà davanti alle difficoltà che stiamo incontrando. Abbiamo un compito complesso da portare avanti, ma sappiamo che la Città conta su di noi. Rocca di Papa deve risollevarsi e siamo sicuri che lavorando assieme riusciremo a raggiungere questo obiettivo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento