Testata al giornalista, Roberto Spada: "Mi vergogno, chiedo scusa a tutti"

L'imputato al processo per l'aggressione ai due inviati di "Nemo nessuno escluso": "Non c’è giustificazione a quello che ho fatto"

L'aggressione di Roberto Spada agli inviati di Nemo

"Nelle ore successive a quanto accaduto mi sono rivisto nel video e non mi sono riconosciuto: non c'è  giustificazione a quello che ho fatto, il giornalista avrebbe potuto dirmi di tutto ma io non avrei dovuto reagire in questo modo. Mi vergogno per quello che è successo e non so spiegarmelo". Lo ha detto Roberto Spada ascoltato oggi in aula rispondendo alle domande del pm Giovanni Musarò nell'ambito del processo a Roma che lo vede imputato, con l'aggravante della mafiosità, insieme al suo complice Ruben Alvez del Puerto, per aver picchiato i giornalisti del programma Rai 'Nemo-Nessuno Escluso', Daniele Piervincenzi e Edoardo Anselmi il 7 novembre scorso a Ostia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Roberto Spada chiede scusa ai giornalisti 

Roberto Spada ha chiesto scusa a "tutti i giornalisti" durante il suo interrogatorio durato un'ora in collegamento dal carcere di Tolmezzo, dove è detenuto dai sei mesi. Il complice di Spada, Ruben Alvez Del Puerto, difeso dall'avvocato Luigi Tozzi, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Nel processo si erano costituite parti civili il Comune di Roma, la Federazione nazionale della stampa e il Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti, insieme con altre associazioni e istituzioni, tra cui Regione Lazio e Libera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Gita fuori porta: cinque luoghi da non perdere a due passi da Roma

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: quattro arrivano da altre regioni. I dati Asl del 31 luglio

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 30 luglio

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

  • Meteo Roma e Lazio, allerta maltempo da oggi e per le prossime 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento