Cronaca Settecamini / Via di Salone

Ritrovate in un capannone in via di Salone le opere rubate di Victorio Macho

Sono state recuperate 13 delle 14 opere dello scultore spagnolo Victorio Macho, rubate il 12 aprile, che dovevano essere esposte nel corso di una mostra all'Istituto Cervantes per i 50 anni dalla morte dell'artista

Al termine di un'intensa attività di indagine, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma e del Reparto Operativo del Comando Carabinieri  Tutela Patrimonio Culturale, hanno recuperato le opere dell'artista spagnolo Victorio Macho rubate la notte del 12 aprile scorso, all'interno del furgone che le aveva trasportate dalla Spagna, all’altezza di via di Passeggiata di Ripetta.

Le opere erano destinate ad una mostra organizzata dall'Istituto Cervantes, allestita nella galleria di piazza Navona, per celebrare il cinquantennale della morte del famoso artista iberico.

Immediatamente dopo il furto, le indagini degli investigatori dell’Arma si sono concentrate sul mondo dei ricettatori attivi nel settore delle opere d’arte. Sono stati passati sotto la lente d’ingrandimento gli ambienti legati alla ricettazione dei beni d'arte e sono stati scandagliati a fondo i vari mercatini di quartiere insistenti nel territorio della Capitale.

Individuata l’area in cui era stata nascosta la refurtiva, un casolare di campagna nei pressi di via di Salone, nella notte è scattato il blitz dei Carabinieri che ha consentito di recuperare 11 disegni e 2 sculture oggetto del clamoroso furto.

Sono tuttora in corso ulteriori indagini finalizzate ad individuare gli autori materiali dell’evento criminoso e la rete di fiancheggiatori e ricettatori che stavano tentando di piazzare le opere sul mercato clandestino internazionale.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovate in un capannone in via di Salone le opere rubate di Victorio Macho

RomaToday è in caricamento