Halloween: volontari a caccia di riti satanici, trovati altare e scritta 666 a Villa Gordiani

Il pattugliamento da parte delle guardie zoofile Earth. Verifiche dal Parco dell'Appia Antica a quello di Labaro

Riti satanici a Villa Gordiani

Un appuntamento atteso tutto l'anno dai satanisti. Riti e sacrifici animali che la notte di Halloween registrano un grande incremento con i seguaci di Satana pronti a uccidere cani, gatti ed altri animali domestici da sacrificare al diavolo. Una sitazione che conoscono bene le guardie zoofile Earth che dalle 22:00 dello scorso 31 ottobre sino all'alba del mattino successivo hanno pattugliato le aree verdi della Capitale dove nel corso degli anni sono stati trovati i segni dei riti satanici.

I PARCHI DELLA CAPITALE  A RISCHIO - Dal Parco dell'Appia Antica a Villa Ada, passando per il parco di Labaro a Prima Porta e quello di Forte Bravetta (dove sussiste una chiesa sconsacrata usata spesso per tali rituali). Sorvegliate speciali le aree comprese tra la via Casilina e la via Prenestina, sino ad arrivare a Lunghezzina-Castelverde, periferia est della Capitale, dove lo scorso anno vennero uccisi e sacrificati in diverse occasioni cani e conigli, torturati e sacrificati all'altare di Belzebù, queste la aree vigilate nel corso della notte dell'1 novembre. 

PATTUGLIATI I PARCHI A RISCHIO - Proprio per evitare il ripetersi di riti satanici le guardie zoofile Earth hanno trascorso l'intera notte di Halloween a controllare le aree verdi della Capitale a rischio, dopo esssersi coordinati con la Questura di Roma ed aver rilevato i luoghi maggiormente sensibili a tali brutalità. Una azione repressiva, come spiega a RomaToday Simone Cimmino, una delle guardie zoofile impegnata con altri 14 colleghi nei controlli notturni a Roma. "Il nostro intento - spiega - era quello di scongiurare riti satanici con sacrifici animali. Un'azione deterrente che ha dato i suoi frutti, evitando il possibile ripetersi in questa notte particolarmente a rischio di riti e soprattutto sacrifici animali"

ALTARE A VILLA GORDIANI - Un pattugliamento "che ha dato i suoi frutti", spiega ancora il volontario di Earth. Una giusta intuizione quelle delle guardie zoofile che hanno trovato nel Parco di Villa Gordiani, al Prenestino, i segni inequivocabili di riti satanici con la scoperta di un altare e le scritte 666 (il numero della Bestia e del Diavolo) su alberi e rocce, ma senza sacrifici animali. "Un risultato importantissimo per il quale Earth ringrazia le sue guardie zoofile che mettono il loro impegno, professionalità e tempo gratuitamente al servizio degli animali".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

  • Meteo Roma e Lazio, allerta maltempo da oggi e per le prossime 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento