Cronaca Montesacro / Via Levanna

Montesacro: ridusse coetaneo in un bagno di sangue. Arrestato 21enne

Era il 12 marzo 2011 quando il giovane, nel corso di una violenta rissa fuori da un locale, colpì un coetaneo con tre colpi di mannaia riducendolo in fin di vita. E' stato rintracciato dopo mesi di indagini

Da una normale serata in discoteca a una quasi tragedia. Era il 12 marzo 2011, tutto scaturì da un litigio qualunque per trasformarsi in pochi minuti in una violenta rissa. Una ventina di giovani che, all'ingresso di un noto locale di via Levanna, ha iniziato inspiegabilmente a sferrare pugni, calci e spintoni. All'improvviso tre colpi di mannaia hanno steso a terra in un bagno di sangue uno di loro che è stato portato con urgenza in ospedale. Ci sono voluti mesi di indagini da parte dei carabinieri per scoprire l'autore dell'insano gesto che ha ridotto in fin di vita il giovane 20enne.

Oggi però il colpevole ha un volto, emerso dai numerosi interrogatori alle comitive tra cui è scattata la rissa. Il giovane ha 21 anni, è incensurato e risiede all'Eur con i genitori.  Ieri, l’ordinanza del GIP che avalla le ipotesi investigative ed emette l’ordinanza di custodia cautelare in carcere e stamattina il trasferimento nel carcere di  Regina Coeli.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesacro: ridusse coetaneo in un bagno di sangue. Arrestato 21enne

RomaToday è in caricamento