Cronaca Ostia / Via della Corazzata

"Ti ammazzo": litiga con la convivente e le punta coltello alla gola. I passanti lo bloccano

I Carabinieri, dopo avere affidato la donna alle cure dei sanitari dell’ospedale Giovanni Battista Grassi di Ostia, hanno ammanettato l'uomo portandolo in ospedale

"Ti ammazzo", queste le minacce urlate da un uomo che hanno attirato l'attenzione dai carabinieri di Ostia, impegnati a controllare la zona di via della Corazzata. Arrivati sul posto, i militari hanno notato uno strano assembramento di persone; arrestata la marcia, i militari hanno così rilevato che alcune persone stavano cercando di bloccare un uomo armato di coltello.

I carabinieri hanno in poco tempo disarmato e immobilizzato l'esagitato che, è stato poi appurato, poco prima aveva avuto una lite con la propria convivente per dei banali motivi.

L'uomo aveva dapprima minacciato di morte la donna e successivamente, estraendo e puntandole alla gola il coltello che portava con sé, l'aveva più volte colpita al volto. La sua azione è stata, però, fortunatamente interrotta dall'intervento di alcuni passanti.

I carabinieri, dopo avere affidato la donna alle cure dei sanitari dell'ospedale Giovanni Battista Grassi di Ostia, hanno ammanettato l'uomo che su disposizione del magistrato di turno è stato associato presso la casa circondariale di Regina Coeli e sequestrato l’arma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ti ammazzo": litiga con la convivente e le punta coltello alla gola. I passanti lo bloccano

RomaToday è in caricamento