rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Montagnola / Via della Badia di Cava

Montagnola: "ridammi i soldi", poi la rissa con coltelli e catene

Un debito non onorato è stata la causa di una violenta rissa scoppiata questa notte in via della Badia di Cava. Tre gli arresti

Un debito non onorato, poi dalle parole si è passati ai fatti con una rissa a suon di catene e coltelli. E' quanto accaduto poco dopo la mezzanotte del 18 settembre in via della Badia di Cava, zona Montagnola, dove due cittadini del Bangladesh sono stati arrestati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma con l’accusa di rissa, aggravata dall’uso di armi ed oggetti atti ad offendere e lesioni. Un terzo è stato denunciato per i medesimi reati.

COLTELLI E CATENE - La rissa a due passi dall'ex Fiera di Roma dove i 3 uomini, assieme ad altre persone fuggite all’arresto, di età compresa tra i 30 ed i 36 anni, a causa di una mancata estinzione di un debito, se le sono date di santa ragione, colpendosi con un coltello da cucina e con una catena d’acciaio, materiale poi rinvenuto e sequestrato. Alcuni passanti che hanno assistito alla scena hanno dato subito l’allarme al 112.

RICOVERI ALL'OSPEDALE - Dopo l’arresto il più grande è stato accompagnato presso l’ospedale “Fatebenefratelli”, e dimesso con prognosi di 4 giorni per  traumi contusivi vari, gli altri due invece portati al Sant’Eugenio hanno riportato 10 e 21 giorni di prognosi per varie ferite e fratture. Le armi rinvenute a terra usate dagli stranieri per colpirsi sono state sequestrate e portate in caserma assieme agli arrestati dove hanno trascorso la notte a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montagnola: "ridammi i soldi", poi la rissa con coltelli e catene

RomaToday è in caricamento