Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Esquilino / Via Giovanni Giolitti

Mannaia, coltelli e sangue: violenta rissa tra cinesi in via Giolitti

Sono stati i vicini di casa, allarmati dalle urla, che hanno allertato il 112. Quattro in manette, tutti portati in ospedale con prognosi dai 5 ai 25 giorni

Rissa a colpi di mannaia e coltelli all'Esquilino. Protagonisti due gruppi di cinesi che si sono fronteggiati in un appartamento di via Giolitti, svegliando, nel cuore della notte i cittadini della zona. Era infatti circa l'1.30 quando i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante e quelli della Stazione Roma Prenestina sono intervenuti a seguito della chiamata di alcuni residenti.

Il quadro sbrogliato dai carabinieri è quello di una rissa a colpi di mannaia e coltelli. In quattro,  rispettivamente di 30, 33 46 e 48 anni, sono finiti in manette con l’accusa di rissa aggravata. Ristabilito l’ordine, i quattro stranieri sono stati arrestati dai Carabinieri e accompagnati presso gli ospedali “San Camillo”, “Umberto I” e “San Giovanni”.

I referti medici parlano di ferite da arma bianca ad arti inferiori e superiori, ferite all’addome, frattura delle dita, ferite allo sterno, con una prognosi, rispettivamente di 5, 7, 21 e 25 giorni. I due più gravi sono ora piantonati in ospedale mentre gli altri due sono in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Sequestrati dai militari anche la mannaia e il coltello da cucina usati come armi durante il litigio. Sono in corso ulteriori accertamenti dei Carabinieri per accertare i motivi che hanno fatto scaturire la violenta rissa.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mannaia, coltelli e sangue: violenta rissa tra cinesi in via Giolitti

RomaToday è in caricamento