rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Esquilino / Piazza di Porta Maggiore

Rissa a Porta Maggiore: si scaglia contro gli agenti con una bottiglia rotta

In manette un 32enne con le accuse di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Rintracciate tre persone ricercate

Rissa a Porta Maggiore dove un 32enne è stato arrestato dagli agenti di polizia del commissariato di zona. L'alterco è stato segnalato nei pressi di un bar del crocevia stradale capitolino dove il giovane algerino è stato ammanettato in quanto responsabile  dell’aggressione degli agenti di Polizia intervenuti.

BOTTIGLIA ROTTA IN MANO - All’arrivo degli agenti l'aggressore, brandendo delle bottiglie rotte, si è avventato contro i poliziotti del commissariato di zona. Dopo una colluttazione ed una breve successiva fuga è stato bloccato. Lo straniero è stato condotto negli uffici di Polizia e arrestato per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale.

MANDATO ARRESTO EUROPEO - Nel corso dei controlli nel territorio i poliziotti della Squadra Mobile hanno invece individuato e arrestato due cittadini stranieri, un polacco ed un romeno, con a carico un mandato d’arresto Europeo.

ORDINI DI ESECUZIONE - Il cittadino polacco, di 37 anni deve scontare una pena di 7 anni e 10 mesi di reclusione per furti organizzati con l’uso delle armi mentre il romeno di 39 anni deve scontare 1 anno e 9 mesi per lesioni e percosse. La stessa Squadra Mobile ha poi arrestato altre due persone in esecuzione di ordini  di carcerazione. Si tratta di un romano di 24 anni, che deve scontare 3 anni e 9 mesi di reclusione per un cumulo di pene concorrenti e di un 53enne, anch’egli romeno, il quale deve scontare 1 anno e 2 mesi per reati finanziari.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa a Porta Maggiore: si scaglia contro gli agenti con una bottiglia rotta

RomaToday è in caricamento