Cronaca Piazza del Comune

Quiz errati a Tivoli: eliminati quelli sbagliati. Ancora perplessità

Il Comune risponde all'istanza di rettifica sulle prove di selezione annullando le domande inesatte ma confermando le date della preselezione. Jacopo Tognazzi: "Concorso ancora viziato"

Annullate le domande inesatte ma confermata la data di preselezione. Questo l’esito dell’istanza presentata lo scorso 10 febbraio da uno dei 329 candidati al concorso del Comune di Tivoli per la “copertura di n. 2 posti a tempo indeterminato di assistente amministrativo, categoria C, posizione economica C1.” Un’istanza fatta pervenire a Palazzo San Bernardino da Jacopo Eugenio Tognazzi e che ha preso forma nel momento in cui il 45enne ha scaricato dal sito del Comune le 2009 domande, ciascuna con 4 risposte, tra le quali verranno estratte le 20 che verranno consegnate ai candidati durante le preselezioni (Protocollo 5489 del 25 gennaio 2012) previste per il prossimo 20 febbraio scoprendo differenti risposte non aggiornate alle normative legislative vigenti.

QUIZ ERRATI: Comune di Tivoli che ha ricevuto l’istanza di rettifica con richiesta di eventuale posticipo della data di preselezione rispondendo con un avviso pubblicato nell’albo pretorio on line: “In relazione al Concorso pubblico di cui all’oggetto, questa Amministrazione, preso atto delle segnalazioni pervenute circa le inesattezze riscontrate in alcuni dei quesiti pubblicati, ha richiesto con urgenza una verifica ed un controllo di tutti i quesiti alla Ditta affidataria dell’espletamento della prova preselettiva ed inoltre ha disposto immediatamente, in via cautelare, l’eliminazione dei quesiti indicati (quesiti nn. 43, 77, 149, 152, 239, 291, 306, 363, 364, 555, 615, 1094, 1285, 1454) dal novero di quelli tra i quali saranno estratte le domande che formeranno i gruppi di quesiti da sottoporre ai concorrenti  nella prova preselettiva”.

DATE PRESELEZIONE: Protocollo n 84455 che prosegue respingendo di fatto una delle richieste dell’istanza: “Di conseguenza, se dall’opera di verifica e controllo in corso, dovesse risultare la presenza di altri quesiti che presentano imprecisioni od inesattezze, anche questi ultimi saranno eliminati dal data base. Resta confermato lo svolgimento della prova preselettiva, già fissata  per il giorno 20 febbraio 2012”.

RISPOSTA ALL’ISTANZA: Istanza fatta pervenire sulle scrivanie del Sindaco e del Segretario Generale del Comune di Tivoli da Jacopo Eugenio Tognazzi, ex assessore durante la giunte dei sindaci Baisi e Vincenzi e candidato alle prove di preselezione confermate per il prossimo 20 febbraio. Una risposta che non ha convinto del tutto il 45enne tiburtino che scrive: “Posso rilevare che ad oggi non sia disponibile l'intero e corretto elenco dei quesiti oggetto della prova di preselezione, che l'elenco sul quale i candidati stanno svolgendo la loro preparazione è ancora viziato da quesiti erronei ed incongruenti e che la determinazione dirigenziale n. 1875 del 15/12/2011 non è stata annullata, modificata od integrata da atti della stessa natura”.

INIZIATIVE INSUFFICIENTI: Modifiche attuate dalla Pubblica Amministrazione che non convincono appieno Jacopo Tognazzi che prosegue: “Le iniziative di autotutela predisposte dalla PA sono insufficienti. in quanto non stanno consentendo ai candidati l'adeguata e consapevole preparazione alla prova preselettiva in calendario. La circostanza per la quale alla data del 20 cm non sarà disponibile l'elenco  completo e corretto dei "2009" quesiti oggetto di prova preselettiva, allegati e previsti alla determinazione dirigenziale n. 1875 del 15/12/2011, opportunamente modificata ed integrata e opportunamente pubblicata, costituisce motivo di invalidazione della prova di preselezione”.

PERPLESSITA': Conferma delle date di preselezione che si terranno lunedì 20 febbraio a partire dalle 9 presso il Grand Hotel Duca d’Este di Tivoli Terme, che lasciano ancora perplesso il candidato Tognazzi che conclude: “Se l'intenzione della PA fosse quella di non rendere disponibile per il giorno 20 alcun elenco, pubblicato con le stesse modalità fin qui adottate, dei quesiti oggetto di preselezione, ne conseguirebbe una limitazione nella possibilità di accesso degli eventuali ricorrenti all'esame completo dell'atto e dei suoi allegati oggetto della prova e dell’esercizio dei diritti soggettivi e degli interessi legittimi che non si circoscrivono ai 20 quesiti sui quali ciascun candidato verificherà la propria preparazione ma alla completa generalità dei 2209”.?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quiz errati a Tivoli: eliminati quelli sbagliati. Ancora perplessità

RomaToday è in caricamento