menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo sgombero all'ex polverificio Stacchini di Tivoli Terme

Lo sgombero all'ex polverificio Stacchini di Tivoli Terme

Sgombero da Stacchini: i rom del campo di Tivoli Terme rimpatriati in Romania

I 160 ospiti dell'area dell'ex polverificio sono stati sgomberati nella giornata del 24 giugno. Liberati 70 ettari di territorio

Potrebbe essere un esempio da seguire anche nella Capitale. Si risolve senza tensioni ed in maniera pacifica lo sgombero dei 160 rom che sino alla giornata di mercoledì 24 giugno vivevano nel campo abusivo dell'ex polverificio Stacchini di Tivoli Terme. Un allontanamento programmato nel tempo, che ha fatto seguito all'abbandono agevolato promosso dall'assessorato ai servizi sociali del Comune di Tivoli.

RUSPE DA STACCHINI - Le ruspe sono entrate in azione alle 7:00 di ieri, con l'ausilio di un contingente coordinato dal dirigente del Commissariato di Tivoli, dottoressa Maria Chiaramonte, composto da personale della Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Provinciale, Polizia Locale, Volontari Valle Aniene della Protezione Civile Regione Lazio, e Servizi Sociali del Comune tiburtino, ha provveduto a liberare l'area occupata abusivamente, affidandola alle società proprietarie.

ROM ITALIANI E STRANIERI - Nelle settimane scorse, era emerso il problema della sicurezza dell’area in conseguenza della rilevante presenza di rom, di nazionalità romena e italiana, con il conseguente allarme dal punto di vista dell’ordine e della sicurezza pubblica.

SETTANTA ETTARI DI TERRENO - Gli agenti del Commissariato hanno da sempre posto particolare attenzione all’area interessata, un ex polverificio di quasi 70 ettari in completo stato di abbandono che negli anni ha avuto diverse proprietà che non hanno mai provveduto ad una reale bonifica, pulizia e recinzione del sito, dando così modo ai nomadi di insediarsi con facilità nell’area, utilizzando rifugi di fortuna costruiti con materiale di risulta.

ALLONTANATE 160 PERSONE - Con il servizio effettuato nella giornata di ieri sono stati  allontanati dall’area 80 nomadi siciliani e 80 nomadi di etnia rom; 34 di questi ultimi sono stati collocati presso una scuola in località Borgonovo di Tivoli, messa a disposizione dall’Amministrazione comunale, con un accordo stipulato con gli organi competenti affinchè nella giornata odierna siano accompagnati presso il Consolato di Romania in Italia, per attivare le procedure per il rinnovo dei documenti rilasciati ai minori.

RIMPATRIO IN ROMANIA - Di fatto al termine delle operazioni suddette, con l’utilizzo di un pullman reperito al riguardo, gli stranieri verranno nella giornata odierna rimpatriati in Romania, loro paese d’origine.

Sgombero Stacchini PLAY-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento