Cronaca

Rifiuti a Roma, Italia Nostra: "Pecoraro si dimetta"

Il presidente dell'associazione Carlo Ripa Di Meana chiede le dimissioni del commissario Pecoraro e il passaggio dell'incarico al ministro Clini

L'associazione per la salvaguardia e la conservazione dell'ambiente e del territorio Italia Nostra ha chiesto, per conto del suo presidente Carlo Ripa Di Meana le dimissioni del commissario Pecoraro sulla chiusura della discarica di Malagrotta.

"Dopo otto mesi di inconcludenti istruttorie affidate con pieni poteri, per trovare la soluzione successiva alla chiusura della discarica di Malagrotta, al commissario Giuseppe Pecoraro resta una sola via onorevole a disposizione: dimettersi, per aver fallito nel proprio mandato" si legge in una nota.

"Il Commissario si è affidato a pareri a dir poco controversi e lacunosi di due ingegneri, l'Ingegner Sorrentino e l'Ingegner Moretti scegliendo due siti provvisori, quello di Corcolle e quello di Riano Flaminio e avendo infine previsto come destinazione finale l'inceneritore di Pizzo del Prete  ma alla Conferenza dei Servizi per Corcolle la sua proposta è franata: respinta dal Sottosegretario Roberto Cecchi del Ministero per i Beni Culturali, dal Direttore Regionale Federica Galloni e dalle Soprintendenze Statali competenti" prosegue Carlo Ripa Di Meana che conclude: "Pecoraro deve scusarsi con i cittadini per aver fatto perdere otto mesi preziosi, caratterizzati tra l'altro da consulenze che si sono rivelate incomplete e contraddette dagli studi presentati dalle parti interessate".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti a Roma, Italia Nostra: "Pecoraro si dimetta"

RomaToday è in caricamento