Rientra tardi Litiga con il padre che lo uccide

Tragico omicidio questa notte ad Anzio. Un ragazzo di 21 anni rincasa dopo l'una a casa e litiga con il padre che durante la discussione colto da uno scatto d'ira lo colpisce al petto con un coltello da cucina. Chiamati di corsa il 118 per il giovane non c'è stato nulla da fare

Un cittadino indiano di 49 anni ha ucciso questa notte il figlio di 21 anni con una coltellata al cuore. Il fatto è avvenuto ad Anzio, sul litorale romano.

Alla base del gesto una lite scoppiata, secondo quanto ricostruito dai carabinieri della locale Compagnia, perché il giovane era rincasato troppo tardi. La vittima, un commerciante, era tornato a casa poco dopo l'una di questa notte facendo arrabbiare il padre, di professione operaio, perché non aveva rispettato le regole e gli orari imposti dalla famiglia.

Durante la lite il padre, colto da uno scatto d'ira, ha afferrato un coltello da cucina con il quale ha colpito il figlio al petto. Resosi conto della gravità del suo gesto l'uomo, insieme alla moglie, ha chiamato il 118 ma gli infermieri giunti poco dopo non hanno potuto fare nulla. Il ragazzo, trasportato all'ospedale di Anzio, è morto poco dopo. L'omicida è stato arrestato e trasferito nel carcere di Velletr.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

Torna su
RomaToday è in caricamento