Cronaca La Rustica / Via Galatea

Sgominato il business delle cassette ortofrutta: rivendute anche se non riutilizzabili

Le indagini della Polizia Provinciale hanno portato al sequestro di un'area di 2mila metri quadrati nella zona de La Rustica

Riciclate e reimmesse nel mercato anche se non riutilizzabili. A sgominare il business delle cassette per l'ortofrutta sono stati gli uomini della Polizia Provinciale di Roma del Distaccamento di Tivoli che alle 9:00 di giovedì 28 marzo hanno proceduto al sequestro di un'area di circa 2000 metri quadrati a La Rustica.

Il blitz in via Galatea, angolo via Bisegna, dove si svolgeva un'attività non autorizzata di gestione rifiuti e più precisamente di imballaggi usati, non riutilizzabili, che dopo la cernita manuale venivano reimmessi nel ciclo alimentare.

Secondo quanto accertato dagli investigatori della Polizia Provinciale, gli imballaggi provenivano da esercizi di vendita al dettaglio di prodotti ortofrutticoli ubicati nella Capitale e nella provincia che, una volta recuperati, venivano venduti ai produttori per il riutilizzo. 

L'attività di cernita degli imballaggi avveniva sul terreno senza alcuni minima norma d'igiene e gli stessi erano soggetti ed agenti atmosferici con presenza di roditori.

 

Nell'area risultavano presenti circa 6000 metri cubi di rifiuti, poi sequestrati. Il tutto a poche decine di metri dal Grande Raccordo Anulare e a ridosso di civili abitazioni con gravissimo rischio in caso d'incendio per l'incolumità pubblica. 

Il titolare dell'attività, un cittadino del Bangladesh, è stato denunciato alla Procura di Roma per violazione del Testo Unico per l'Ambiente (Dlgs 152/2006)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgominato il business delle cassette ortofrutta: rivendute anche se non riutilizzabili

RomaToday è in caricamento