menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riano e Corcolle scelti per le nuove discariche, proroga per Malagrotta

Saranno Quadro Alto a Riano e Corcolle-San Vittorino nell'VIII Municipio, i due siti che ospiteranno i rifiuti dopo la chiusura di Malagrotta che però potrebbe slittare

Giornata intensa e difficile per il futuro della e delle possibili nuove discariche romane. La prima novità è che sono stati prescelti i siti per la cosiddetta “Malagratto bis”: si tratta di Quadro Alto nel Comune di Riano e Corcolle-San Vittorino nell'VIII Municipio. Lo ha annunciato il prefetto di Roma e commissario per Malagrotta Giuseppe Pecoraro. Entrambe le aree sono state scelte in maniera provvisoria, per 36 mesi. La decisione non vede d'accordo i residenti e le istituzioni del territorio che hanno già ingaggiato delle dure proteste.

L'altra notizia riguarda la nuova proroga alla chiusura della discarica di Malagrotta. Chiusura prevista per il 31 dicembre 2011 e che potrebbe essere posticipata di uno o due messi. A renderlo noto è ancora il commissario Giuseppe Pecoraro nel corso di una conferenza per la presentazione dei nuovi siti. "Le due nuove discariche - ha spiegato - entreranno in funzione contestualmente alla chiusura di Malagrotta. Il mio auspicio è che questo avvenga il 1 gennaio del 2012, ma si potrebbe andare oltre di uno o due mesi".

Quindi Pecoraro manda un messa sulla gestione della nuova discarica di Quadro Alto, a Riano, per cui "bisognerà fare una gara". Infatti, Pecoraro, interpellato sul ruolo che potrà avere il proprietario di Malagrotta, Manlio Cerroni, risponde: "Se lui partecipa alla gara ben venga, nessuno glielo vieta. Si deciderà in relazione all'offerta". Nel corso della conferenza di presentazione dei siti per il post Malagrotta, a chi gli chiedeva se corrispondesse al vero che Quadro Alto era nella disponibilità dello stesso Cerroni, Pecoraro ha risposto: "Su Pian dell'Olmo e Quadro Alto lui aveva avuto la possibilità dal proprietario per chiedere delle autorizzazioni per fare delle discariche. Quindi la sua disponibilità nasce da un'opzione data dal proprietario. Ovviamente, con un'ordinanza di occupazioni, le opzioni cadono". Parlando sempre dell'area di Quadro Alto Pecoraro ha precisato: "Mi auguro che si possa occupare d'urgenza, fare i lavori e poi dare un indennizzo al proprietario". Per l'avvio della gara, invece, i tempi previsti si aggirano intorno al mese. Interpellato, infine, sull'eventualità di localizzare, tra tre anni, un impianto di smaltimento rifiuti con discarica a Fiumicino, il prefetto ha risposto: "La mia ordinanza è finalizzata all'individuazione dei siti temporanei. Il resto è competenza della Regione". (Fonte Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento