Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Regina Coeli, ladro di biciclette muore in carcere dopo una caduta accidentale

L'uomo, 80 anni, è noto per essere un ladro seriale di due ruote nei quartieri centrali

A 80 anni aveva maturato la fama di ladro seriale di biciclette nel centro della città. Questa mattina è morto nel carcere di Regina Coeli a seguito di un'accidentale caduta. Portato all'ospedale San Camillo sembra per una caduta  è deceduto nella prima mattinata di oggi.

 
CELLE SOVRAFFOLLATE - Una tragedia figlia anche del sovraffolamento delle carceri. Massimo Costantino, segretario generale aggiunto della Fns Cisl Lazio: "Oggi sono presenti nel carcere trasteverino 909 detenuti rispetto ai previsti 622 cioè un sovraffollamento di 287 detenuti in più. Per la Fns Cisl Lazio occorrono misure diverse per detenuti che hanno una certa età che, compatibilmente alla gravità del reato, dovrebbero espletare la loro pena in altre strutture e certo non penitenziarie. Come sempre occorre segnalare che persiste il sovraffollamento anche a livello regionale un sovraffollamento di 973 detenuti considerato che 6.208 risultano essere i detenuti reclusi nei 14 Istituti del Lazio, dato 31 marzo 2017, rispetto ad una capienza regolamentare di detenuti prevista di 5.235. Pur apprezzando le nuove normative in tema di esecuzione penale, istituendo il nuovo Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità i risultati concreti tardano ad arrivare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regina Coeli, ladro di biciclette muore in carcere dopo una caduta accidentale

RomaToday è in caricamento