rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Cronaca

Reddito di cittadinanza senza averne diritto, in 15 nei guai: danno da 75mila euro

A carico delle 15 persone sarà immediatamente sospeso il beneficio illecitamente percepito fino ad oggi

Percepivano il reddito di cittadinanza pur non avendone diritto. Quindici persone sono finite nei guai dopo un'indagine dei Carabinieri del Trullo e della Procura di Roma. Pur se colpiti da misure cautelar, come arresti domiciliari piuttosto che divieto di avvicinamento alla parte offesa o obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, le 15 persone percepivano il reddito.

"Si tratta di soggetti che, a seguito di accertamenti eseguiti preso gli uffici dell'Inps avevano ottenuto indebitamente il beneficio, accumulando complessivamente un ingiusto profitto ed un eguale danno erariale pari a 75.000 euro", spiegano gli inquirenti.

Gli accertamenti dei carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma, hanno consentito di accertare che alla base della indebita percezione sussistevano "false dichiarazioni fornite nella richiesta di fruizione del reddito di cittadinanza", omettendo - secondo chi ha indagato - "informazioni dovute", come quelle di essere sottoposti a misure cautelari, per cui non ne avrebbero avuto diritto.

A carico delle 15 persone sarà immediatamente sospeso il beneficio illecitamente percepito fino ad oggi. Ma non solo. Secondo quanto si apprende, seguirà anche una richiesta di risarcimento del danno causato alle casse dello Stato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza senza averne diritto, in 15 nei guai: danno da 75mila euro

RomaToday è in caricamento