Cronaca

"Libertà di costruire": a Rebibbia un quadrangolare per promuovere il lavoro in carcere

Al quadrangolare di calcio hanno partecipato detenuti, consiglieri di Roma Capitale, agenti di Polizia Penitenziaria. L'obiettivo è quello di promuovere il lavoro in carcere

Un quadrangolare di calcio per promuovere il lavoro in carcere. E' quello che si è tenuto nella casa Circondariale di Roma Rebibbia Nuovo Complesso e che ha visto la partecipazione dei detenuti, dei consiglieri di Roma Capitale, degli agenti di Polizia Penitenziaria e dei dipendenti della Effegi Italia S.p.A. L'iniziativa, denominata “Libertà di costruire” è stata promossa dalla Effegi Italia S.p.A. in collaborazione con l'Ufficio del Garante dei diritti delle persone private della libertà personale di Roma Capitale e l'associazione Gruppo Idee.

"Abbiamo voluto organizzare questo momento di gioco di squadra per sottolineare il fatto che proprio di un gioco di squadra si tratta, quando si vuole lavorare in un carcere. Ci vogliono unità di intenti e volontà chiare per riuscire a tirare fuori il meglio dalle risorse umane ed economiche di tutti”, afferma Federico Galoni, amministratore unico della Effegi Italia S.p.A., presente dal 2010 all'interno del carcere di Rebibbia con una propria struttura produttiva che al momento fornisce lavoro a 12 persone recluse. “Oggi quattro squadre di calcio giocano per la vittoria - dice il direttore dell'Ufficio del Garante dei diritti delle persone, Filippo Pegorari -. Queste quattro squadre, tutte insieme, nel rispetto della differenza dei ruoli, formano una grande squadra che sfida il destino per far vincere la vita”. Secondo il Provveditore Regionale del DAP Maria Claudia Di Paolo bisogna "far sì che da questa iniziativa ne possano nascere altre per aprire il carcere alle realtà esterne”. Per il consigliere di Roma Capitale Federico Rocca, che ha contribuito alla realizzazione dell’iniziativa “la presenza in questo quadrangolare della rappresentanza di Roma Capitale vuole dimostrare l’attenzione dell’amministrazione tutta nei confronti del carcere e delle problematiche ad esso legate e della promozione del lavoro penitenziario sia all’interno che all’esterno delle mura di un penitenziario”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Libertà di costruire": a Rebibbia un quadrangolare per promuovere il lavoro in carcere

RomaToday è in caricamento