Cronaca

Roma: con la pandemia crollano i reati, meno 23% nel 2020 rispetto all'anno precedente

Il bilancio della Questura di Roma in quello che verrà ricordato come l'anno del Coronavirus

Nell'anno della pandemia a Roma sono crollati i reati: il totale dei reati del 2020 è stato di 131.170, il 23% in meno rispetto ai 170.849 del 2019. A crollare (-32%) in particolare sono stati i furti, scesi a 68.901 dai 101.595 dell'anno precedente. Le rapine sono passate da 2.225 a 1.808, con un -19%, mentre i reati relativi agli stupefacenti sono calati da 3.475 a 2.647 (-24%). 

OK reati Roma 2020-2

Manifestazioni a Roma 

Più in generale a Roma ci sono state 1.042 manifestazioni. Nel corso dei servizi specifici con pattuglioni e posti di blocco sono state controllate 1.236.505 persone, con una media giornaliera di 11.161 persone; di queste ne sono state sanzionate/denunciate 9.578, con una media giornaliera di 90 persone, nell'ambito dei servizi predisposti, nello stesso periodo, sono state controllate 142.179 attività commerciali delle quali 488 sono state sanzionate/chiuse. 

Arresti e denunce nel 2020 

Sono state 2.970 le persone arrestate e 13.288 quelle denunciate. Sono stati sequestrati, espressi in grammi di sostanze stupefacenti, dai dipendenti Uffici territoriali nel corso dell'anno 2020, distinti per tipologia di sostanza, i seguenti quantitativi: 627.717 cannabinoidi, 37.336 eroina, 119.517 cocaina e 6.565 droghe sintetiche.

Gestione e coordinamento del progetto “scuole sicure della Questura di Roma”

Da gennaio a dicembre 2020 sono stati svolti dagli operatori referenti, formati dall’Ufficio Analisi e Pianificazione e in contesto scolastico 847 incontri con studenti, insegnanti, genitori. Sono stati circa 19.469 gli studenti interessati, 1.422 insegnanti e 558 genitori formati. 

Successivamente gli incontri sono proseguiti in video conference, a seguito delle norme anticovid e della conseguente chiusura dei plessi scolastici, utilizzando le piattaforme Meet; Zoom, Lifesize; Hangouts, Go To Meeting e Teams. 

Gli anziani contattati tramite l’Università della Terza Età e i centri Acli a tutela antitruffa, sono stati circa nr.1900, anche questi incontri sono proseguiti, nel periodo di lockdown, in modalità streaming mediante piattaforme Social.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma: con la pandemia crollano i reati, meno 23% nel 2020 rispetto all'anno precedente

RomaToday è in caricamento