Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Il calciatore della Lazio Raul Moro e il padre picchiati e rapinati sul raccordo

I due sono stati costretti a fermarsi con l'auto sul raccordo anulare

Il calciatore della Lazio Raul Moro, 20 anni, e il padre sono stati picchiati e rapinati da una banda di 4 persone sul grande raccordo anulare. La vettura, una Mercedes classe A, è stata poi ritrovata poco dopo. Sul caso indaga la squadra mobile di Roma.

L'incubo, per il giovane calciatore della squadra di Maurizio Sarri, è iniziato intorno alle 23. Raul Moro e il padre stavano marciando sul grande raccordo anulare quando, all'altezza del chilometro 26, un'altra vettura con quattro persone a bordo li ha fatti accostare. Non è chiaro che scusa abbiano usato. Chi indaga non esclude che si siano spacciati per poliziotti.

Subito dopo padre e figlio sono stati costretti a scendere e sono stati picchiati e rapinati della classe A. Poi due dei quattro banditi sono fuggiti con l'auto, rubando anche qualche oggetto all'interno, gli altri due con quella utilizzata per la rapina. Sul posto, allertati dalle vittime, sono accorsi i falchi della squadra mobile, la stradale e i poliziotti del reparto volanti. 

Le due vittime sono state trasportate all'ospedale Casilino in codice giallo. L'auto rubata è stata ritrovata a Castel Giubileo dalla parte opposta del raccordo, dagli agenti del commissariato Fidene. La squadra della scientifica l'ha analizzata per scoprire alcune eventuali tracce dei malviventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il calciatore della Lazio Raul Moro e il padre picchiati e rapinati sul raccordo
RomaToday è in caricamento