rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Cronaca Giustiniana / Via Cassia

Anziana rapinata con la tecnica delle uova

Il ladro bloccato da un carabiniere libero dal servizio

Dalla ruota bucata, alle chiavi cadute a terra, passando per la tecnica delle monetine e l'oramai conosciuta truffa dello specchietto. Non conosce confini la fantasia dei ladri a caccia di prede da rapinare. Lo sa bene un'anziana, presa di mira da un ladro con la cosiddetta tecnica delle uova, consistente nel gettarle sul parabrezza della vettura della vittima di turno, al fine di distrarla e derubarla della borsa lasciata nell'abitacolo della vettura. 

A mettere i bastoni fre le ruote di un 34enne sudamericano, già noto alle forze dell'ordine, un carabiniere della stazione di Campagnano di Roma - con l'ausilio dei militari della stazione Tomba di Nerone - in quel momento libero dal servizio. Il militare, mentre nel pomeriggio di sabato cercava parcheggio in via Cassia, in compagnia della moglie e della figlioletta, ha notato due uomini di origini sudamericane che dopo avere lanciato delle uova sul parabrezza di un’utilitaria che si trovava in sosta a lato strada, stavano indicando qualcosa ad un’anziana signora in evidente stato confusionale. Il militare non ci ha pensato due volte decidendo di intervenire, avendo riconosciuto il modus operandi, già più volte segnalato da vittime di raggiri simili, derubate della borsa lasciata incustodita all’interno dell’abitacolo della propria autovettura.

Dopo avere chiamato rinforzi ed essersi qualificato, proprio mentre uno dei due malviventi stava per impossessarsi della borsa dell’anziana donna, il carabiniere è riuscito a bloccare uno dei due, che ha subito tentato di darsi alla fuga. Ne è scaturita una breve colluttazione, al termine della quale l’arrestato è stato posto in sicurezza e portato in caserma per l’identificazione. La vittima ha presentato regolare denuncia querela con cui ha dettagliato i fatti.

Gli uomini dell'arma hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza in ordine al fatto che l’uomo insieme al complice aveva prima gettato due uova sul parabrezza dell’autovettura, sia per indurre confusione nella vittima sia per impedirle di mettere in moto ed allontanarsi, per poi indicare delle monete a terra, dietro il veicolo, distraendola per impossessarsi di una borsa lasciata sul sedile dalla donna.

Il giorno seguente, nel corso dell’udienza presso le aule di piazzale Clodio, il tribunale di Roma in composizione collegiale ha convalidato l’arresto e disposto per l’indagato la custodia cautelare in carcere, in attesa del processo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziana rapinata con la tecnica delle uova

RomaToday è in caricamento