Cronaca Prati / Viale Giulio Cesare

Rapina una donna nei bagni del Tribunale con lo spray urticante

L'episodio risale allo scorso 28 febbraio quando una 33enne è stata avvicinata dalla ladra nei servizi igienici del palazzo di viale Giulio Cesare

Ha tentato di strappare la borsa personale ad una 33enne romana, collaboratrice presso uno studio legale della Capitale ma non ci è riuscita per la resistenza opposta dalla vittima nonostante fosse stata accecata all’uso di spray urticante. Il fatto si è verificato la mattina del 28 febbraio scorso nei bagni del Tribunale Civile di Roma di viale Giulio Cesare a Roma. Per questo i carabinieri del Nucleo Tribunali hanno fermato una 37enne di Frascati, con precedenti analoghi, rintracciata nei pressi del Policlinico Gemelli e arrestata in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Roma per i reati di tentata rapina e lesioni personali aggravate.

AGGRESSIONE CON SPRAY URTICANTE - Secondo quanto ricostruito dalle forze dell'ordine la donna ha aggredito la sua vittima spruzzandole spray urticante sugli occhi ma ciò non è bastato per attenuare la resistenza opposta dalla giovane segretaria la quale, stretta in vita la borsa, non ha permesso alla ladra di appropiarsene, con la vittima successivamente accompagnata all'ospedale per medicare le lievi lesioni riportate agli occhi.

RICERCHE - Accorsi i carabinieri del Nucleo Tribunali per prestare soccorso alla donna, è cominciata subito la caccia alla ladra, con la stessa che è riuscita in un primo momento a far perdere le proprie tracce grazie all'elevato numero di persone in transito nel Tribunale Civile di Roma. Tuttavia, grazie alla sommaria descrizione fornita dalla vittima e da alcuni testimoni che hanno visto scappare la ragazza, e grazie alla perspicacia di un giovane Maresciallo dell’Arma che, nei giorni antecedenti il fatto aveva identificato la 37enne nel corso di un ordinario servizio preventivo, la donna è stata individuata e deferita in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria che, proprio sulla base degli elementi raccolti, ha potuto emettere il provvedimento restrittivo.

SPRAY URTICANTE IN TASCA - Accertati gli elementi di colpevolezza a carico della 37enne i carabinieri hanno eseguito una perquisizione nella sua abitazione dei Castelli Romani non trovando elementi contro di lei ma scovando nelle tasche della giacca della donna lo spray urticante al peperoncino presumibilmente utilizzato per la rapina. Per questo al termine degli accertamenti la donna è stata arrestata e condotta nel carcere di Rebibbia a dispozione dell'Autorità Giudiziaria.

SEGNALAZIONI - Alla luce dell'arresto i carabinieri del Nucleo Tribunali invitano tutti coloro che hanno subito una rapina con modalità simili a rivolgersi al seguente recapito: viale Giulio Cesare 54/B tel. 063577287.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina una donna nei bagni del Tribunale con lo spray urticante

RomaToday è in caricamento