menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cinque rapine in una settimana: il bandito dei supermercati di Roma est incastrato dai tatuaggi

L’uomo è stato fermato dalla polizia sulla Prenestina e trovato in possesso della pistola utilizzata per mettere a segno i colpi

Cinque rapine in poco più di una settimana. A seminare il panico fra lavoratori e clienti dei supermercati di Roma est un rapinatore solitario, incastrato dai tattoo sulle mani ed identificato dalla polizia al termine di una attività d’indagine. Trentadue anni, originario di Novara, il bandito è stato sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria dagli agenti del Commissariato Torpignattara diretto da Giuseppe Amoruso per rapina aggravata in danno di cinque supermercati.

Rapinatore dei supermercati a Roma est

Primo supermercato nel mirino dell’uomo l’Ipercarni di viale Partenope a Villa Gordiani. Era lo scorso 11 di marzo, poi altre quattro rapine: al supermercato In’s di via di Tor de’ Schiavi a Centocelle, al Tuodì di via L’Aquila al Pigneto, al Todis di via di Torpignattara e, ultimo, al Fresco Market di via dell’Acqua Bulicante al Prenestino il 18 marzo scorso dove era riuscito a rubare tutto l’incasso dell’esercizio commerciale. 

Il rapinatore descritto come un uomo di circa 30/35anni, volto coperto con mascherina chirurgica, si presentava alla cassa simulando l’acquisto, ma di fatto, con il preciso scopo di far aprire il cassetto automatico della cassa, poi estraeva improvvisamente una pistola che occultava nella tasca del giubbotto e, sotto la minaccia della stessa si faceva consegnare l’incasso per poi allontanarsi velocemente a piedi dal posto facendo in breve tempo perdere le proprie tracce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il modus operandi del rapinatore risultava essere il medesimo in tutti i supermercati rapinati. Le indagini hanno tratto ulteriore impulso dalla visione delle immagini riprese dalle telecamere poste all’interno di alcuni supermercati rapinati che hanno permesso di ottenere particolari spunti investigativi per ricostruire con dovizia nei particolari ogni singola azione delittuosa messa in atto dal rapinatore ormai seriale.

Incastrato dai tatuaggi sulle mani 

Agli occhi degli investigatori non sono sfuggiti i diversi tatuaggi presenti sulle mani e su alcune parti visibili del corpo del giovane malvivente.

Senza fissa dimora nella Capitale, ma di fatto residente nella provincia di Potenza, è stato intercettato dagli investigatori, mentre a bordo della sua autovettura, una Alfa Romeo di colore nero percorreva la via Prenestina direzione fuori Roma.

Pistola nel vano portafusibili 

Fermato, durante il controllo è stato trovato con una pistola del tipo scacciacani, numerosi proiettili per armi comune da sparo, tutto ben celato nel vano porta fusibili dell’autovettura, mentre sotto la soletta interna delle scarpe sono stati trovati circa 2000 euro in banconote di vario taglio.

Sono in corso ulteriori indagini per stabilire se il 32enne sia l’autore di altre rapine commesse ai danni di altri supermercati ubicati non solo nel V Municipio ma anche in quelli limitrofi.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento