Cronaca San Giovanni / Via Albalonga

Rolex rubati con la truffa delle prestazioni sessuali offerte agli anziani, fermata una ragazza

Una ladra è stata bloccata in aeroporto mentre stava tornando a Roma. Le indagini della polizia proseguono

La scusa di una prestazione sessuale per attirare l'attenzione e poi agire, rubando il Rolex al polso della vittima, nella maggior parte dei casi anziane. Ad agire una banda sulla quale si sono accesi i fari della polizia.

Una indagine prossima alla svolta dopo che una 29enne romena è stata sottoposta a fermo di Polizia Giudiziaria, convalidato dall'Autorità Giudiziaria, per rapina aggravata.

L'ultimo episodio è avvenuto il 30 giugno scorso quando due giovani donne, in via Albalonga, si sono rese responsabili di rapina nei confronti di un 70enne cinese. L'anziano è stato avvicinato dalle due con una scusa. Quindi le ragazza l'hanno strattonato con forza riuscendo a sfilargli dal polso un Rolex, nonostante il tentativo di resistenza del malcapitato, per poi darsi alla fuga, con l'ausilio di complici che le attendevano a bordo di un'auto in sosta nelle vicinanze.

La vittima, grazie alla presenza di una telecamera montata sul parabrezza frontale della propria auto, è riuscita a filmare le immagini che ritraevano il volto delle due romene nonché l'arrivo e la successiva fuga del veicolo utilizzato dai malfattori. L'anziano è riuscito così, durante la denuncia, a fornire ai poliziotti i dati necessari per risalire alle responsabili della rapina.

Gli investigatori del commissariato Viminale, acquisita la denuncia e le immagini, sono risaliti grazie al riconoscimento delle foto presenti in banca dati interforze da parte del denunciante, all'identità delle responsabili: una 29enne romena e una sua connazionale, già note e segnalate per reati analoghi sempre in danno di anziani agganciati per strada con pretesti svariati, che vanno dalla richiesta di indicazioni stradali a offerte di prestazioni sessuali.

L'8 luglio scorso, i poliziotti dell'Ufficio di Polizia di Frontiera dello scalo aereo di Ciampino, durante un normale controllo dei passeggeri in arrivo nella Capitale, hanno notato la 29enne di rientro a Roma in compagnia di un connazionale anche lui con precedenti specifici di polizia commessi nel nord est d'Italia.

La donna è stata così sottoposta a Fermo di Polizia Giudiziaria, convalidato dall’Autorità Giudiziaria, per rapina aggravata ed è stata associata presso la casa circondariale di Rebibbia.

Proseguono le indagini per rintracciare la complice e il proprietario dell'auto, attualmente entrambi irreperibili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rolex rubati con la truffa delle prestazioni sessuali offerte agli anziani, fermata una ragazza

RomaToday è in caricamento