menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Derubato di 2mila euro mentre preleva al bancomat. Il racconto della vittima

Il furto messo a segno nella zona della Balduina è stato poi denunciato ai carabinieri

Pochi secondi, nemmeno un minuto. Tanto è bastato a due ladre per sparire con 2mila euro prelevati dal conto di un uomo che, pochi istanti prima, aveva appena composto il pin per ritirare del denaro, il suo. A raccontare a RomaToday l’accaduto, mettendo in guardia possibili altre prede, la stessa vittima, un 70enne, derubato in pieno giorno alla Balduina. 

Un piano studiato, un furto già attuato, quello messo a segno dalle due giovani rapinatrici, ricorda l’uomo. Il furto intorno alle 15:00 di giovedì 25 marzo al bancomat di una banca di via Duccio Galimberti. 

Viviamo in tempi oscuri - esordisce l’uomo ancora scosso per l’accaduto -. Ero andato a fare un prelievo di denaro, era pieno giorno in una zona comunque molto frequentata e non avevo la minima idea di essere stato adocchiato - racconta la vittima . Ho inserito la carta, ho digitato il pin ed improvvisamente mi sono trovato accerchiato da due donne che hanno cominciato a parlare in modo veloce ed incomprensibile. Dei momenti concitati. Improvvisamente sono stato strattonato e spintonato”. Nemmeno il tempo di rendersi conto dell’accaduto che “le ho viste scappare velocemente”. 

Con le due donne oramai già lontane dalla banca, “ho provato a continuare l’operazione ma sono stato impossibilitato a farlo. Il terminale indicava l’impossibilità di procedere a causa della indisponibilità del credito terminato. Dopo aver provato una seconda volta ho chiesto aiuto ai dipendenti della banca e sono tornato a casa”.

Raccontato l’accaduto alla famiglia, “Mia moglie ha controllato il conto ed abbiamo scoperto che erano stati prelevati 2mila euro, che era il massimo della somma giornaliera prelevabile dal conto, rubati dalla ladra direttamente dal bancomat mentre la complice mi aveva distratto. Per fortuna non ho riportato conseguenze - conclude il 70enne - ma sono ancora molto scosso, soprattutto per il modo in cui mi hanno derubato. Non me lo sarei mai aspettato".

Acceratato il furto la vittima si è poi recata dai carabinieri della Compagnia Roma Trionfale ed ha sporto denuncia. 

Furti alla Balduina

Furto con destrezza che ha riacceso il dibattito sulla percezione della sicurezza nel quartiere della Balduina, salito alla ribalta delle cronache lo scorso mese di dicembre per una serie di furti e rapine ravvicinati.A Balduina viviamo una escalation di criminalità - le parole del figlio della vittima -. Ho notato un incremento di forze dell’ordine, ma questo non è sufficiente a fermare questi spiacevoli episodi".

"Nel volgere di due settimane ho saputo di due rapine messe a segno qui in zona - aggiunge -. Ieri è stata la volta di mio padre, un furto che le due probabilmente hanno già messo a segno altre volte, studiato nel dettaglio tanto da riuscire a derubarlo nell’unico momento in cui era possibile derubarlo, quando ha inserito il pin. Siamo preoccupati”

La percezione di sicurezza alla Balduina 

Proprio nella zona residenziale del Municipio Monte Mario lo scorso mese di dicembre si erano registrati diversi furti e rapine. A farne le spese anche l’attrice Valeria Fabrizi, a cui svaligiarono la casa in pieno giorno. Furto che arrivò dopo l’allarme lanciato sul nostro giornale da alcuni residenti per una escalation di "visite sgradite" subite dagli abitanti nel quadrante compreso fra via Licinio Calvo, via Anneo Lucano e via Festo Avieno. Giovedì un altro episodio, che riaccende l'allerta sulla sicurezza degli abitanti della Balduina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento