rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca San Giovanni / Via della Stazione Tuscolana

Tuscolana, topi d’appartamento nella rete della Polizia

Cinque rapinatori sono stati arrestati, nel weekend, mentre cercavano di saccheggiare degli appartamenti tra la Stazione Tuscolana e Via dei Radiotelegrafisti

Probabilmente volevano approfittare del week end per mettere a segno qualche colpo, ma i loro movimenti non sono sfuggiti agli Agenti delle Volanti che, impegnati nei servizi mirati per il contrasto dei reati predatori, anche nei pressi delle stazioni dei mezzi di trasporto pubblico, hanno riconosciuto in uno degli arrestati una vecchia conoscenza.

Nel transitare in Piazza di Porta Maggiore gli agenti del reparto Volanti hanno sorpreso un cittadino georgiano di 36 anni, noto per essere dedito ai furti in appartamento, scendere da un tram e prendere un taxi in compagnia di altre due persone. Insospettiti, i poliziotti hanno quindi deciso di seguirlo. L’uomo è poi sceso in via Appia Nuova, dove è entrato in uno stabile, dal quale poco dopo si è affacciato da un balcone del secondo piano.
 
Dopo si è recato a Piazza Re di Roma per incontrare due suoi connazionali, con i quali si è diretto sulla via Appia Nuova, dove sono stati raggiunti anche da un altro cittadino lituano di 47 anni. A quel punto i poliziotti, sempre sui loro passi, hanno intuito che il quartetto stava tramando qualcosa.
I quattro, con fare sospetto, si sono incamminati lungo le stradine limitrofe alla via Appia, controllando di volta in volta i portoni degli stabili. Giunti in Via della Stazione Tuscolana due di loro, hanno forzato il portone d’ingresso e sono entrati in un edificio mentre gli altri sono rimasti all’esterno, probabilmente per fare da palo ai loro complici.
 
Accortosi della presenza della Polizia, uno dei complici ha subito cercato di avvisare i complici con il cellulare ma gli agenti, intervenuti tempestivamente, l’hanno bloccato. Anche l’altro ‘palo’ è stato bloccato, nonostante abbia cercato di guadagnarsi la fuga scagliandosi contro di loro e lanciando una pesante sacca nella quale erano contenuti attrezzi atti allo scasso. I due all’interno dello stabile hanno cercato di fuggire uscendo di corsa e spintonando gli agenti, ma anche loro sono stati bloccati.
 
Al quarto piano dell’edificio, sul pianerottolo davanti ad una porta con evidenti segni di effrazione, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato alcuni attrezzi atti allo scasso lasciati dai ladri. In seguito i poliziotti si sono recati nello stabile di Via Appia Nuova, dal quale era uscito prima di incontrare i suoi complici. All’interno dell’appartamento, al secondo piano, gli agenti hanno identificato una cittadina georgiana di 30 anni, e trovato oltre che degli oggetti preziosi, anche una macchina fotografica ed una chiavetta usb provento di furto. Sono stati rinvenuti, inoltre, vari arnesi atti allo scasso ed un frullino per la forzatura delle casseforti.
 
Grazie alla chiavetta usb è stata rintracciata la proprietaria dei monili rinvenuti, che ha poi riconosciuto gli oggetti di sua proprietà. Al termine degli accertamenti, per i 4 “topi d’appartamento” proprietari degli arnesi atti allo scasso sono scattate le manette. Uno di loro è stato inoltre denunciato, in stato di libertà, per ricettazione. Stessa la denuncia anche per la 30enne georgiana.
 
IL NASCONDIGLIO ‘QUASI’ PERFETTO - Le manette sono scattate anche per un cittadino, cileno e di 32 anni, bloccato dalla Polizia in un appartamento di Via dei Radiotelegrafisti poco dopo le ore 22.00. L’uomo era stato notato entrare, con fare sospetto, nello stabile da un cittadino che ha chiamato il 113 permettendo agli agenti di intervenire tempestivamente. Individuato l’appartamento, gli agenti, con l’ausilio di un mezzo dei Vigili del Fuoco, sono entrati da una finestra aperta, ma del ladro apparentemente non vi era traccia.
 
Entrati poi nella stanza da letto la scoperta: sopra un grosso armadio erano stati sistemati dei cuscini in modo da creare una sorta di copertura. I poliziotti ne hanno tolto uno e hanno sorpreso il ladro rannicchiato. L’uomo con un balzo si è gettato sopra agli agenti e spingendoli ha cercato di raggiungere la finestra nel vano tentativo di fuggire. Nella borsa in suo possesso sono stati rinvenuti vari occhiali da sole, orologi, oggetti di bigiotteria e una videocamera. Condotto negli uffici del Commissariato Esposizione, l’uomo responsabile di furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale, al termine degli accertamenti è stato arrestato.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tuscolana, topi d’appartamento nella rete della Polizia

RomaToday è in caricamento