Rapinatore fugge dalla comunità di recupero ma poi si costituisce in commissariato

Il 44enne si era allontanato dalla struttura dove stava scontando i domiciliari ad Anguillara Sabazia per recarsi nella sua abitazione all'Ardeatino. Il giorno dopo si è poi presentato alla polizia

E’ fuggito da una comunità di recupero di Anguillara Sabazia dove stava scontando una pena di 4 anni per una condanna per rapina. L’uomo, un 44enne romano, si è però costituito alla Polizia di Stato presentendosi il giorno dopo negli uffici del Commissariato Tor Carbone; in compagnia del suo avvocato, con la sorpresa degli agenti, ha raccontato di essersi allontanato dalla comunità la sera prima per recarsi nella sua abitazione a Roma, sull’Ardeatina.  

PENA IN COMUNITA' DI RECUPERO - I poliziotti, effettuando immediati accertamenti presso la banca dati delle Forze di Polizia, hanno verificato che il 44enne,  tossicodipendente, stava effettivamente scontando una pena agli arresti domiciliari presso la comunità di recupero. Il 44enne è stato arrestato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento