Cinque rapine in due mesi al Don Bosco: fermato rapinatore solitario

I colpi tra marzo e maggio. Nel mirino del 44enne tre supermercati e due negozi anche nelle zone del Quadraro e a Lamaro. L'uomo è stato rintracciato ed arrestato nel Municipio delle Torri

Il rapinatore solitario in azione

Sempre solo, con forte accento romano e una pistola in pugno. Sono questi i particolari, descritti dalle vittime e dai testimoni delle rapine avvenute negli ultimi tre mesi al Don Bosco, al Quadraro e a Lamaro. A mettere sotto scacco i commercianti della zona del Tuscolano un rapinatore solitario, scovato dagli agenti di polizia nel territorio del Municipio VI delle Torri.

RAPINA DA AMY GEE - Le indagini degli agenti del commissariato Tuscolano hanno preso il via alla fine di marzo, in seguito ad una prima rapina messa a segno da Amy Gee, negozio di abbigliamento di via Tuscolana, zona Don Bosco. Nella circostanza un uomo con marcato accento romano, armato di una pistola, aveva minacciato il titolare facendosi consegnare l’incasso.

RAPINE AD APRILE - Stesso modus operandi ripetuto poi in altre 4 occasioni nelle quali l’uomo aveva peraltro a volte utilizzato gli stessi abiti. Il secondo colpo l'11 di aprile quando il rapinatore solitario ha 'visitato' l'Europlanet di via Curzio Rufo, sempre al Don Bosco. Il 22 aprile è stata la volta del supermercato Ins di via dell'Aeroporto, sempre nello stesso quartiere.

RAPINE A MAGGIO - Stessa scena nel mese di maggio, precisamente il 4 ed il 7 maggio, quando il bandito ha preso di mira la catena Acqua & Sapone compiendo due rapine in altrettanti punti vendita, prima a quello di via Quintilio Vario, zona Quadraro e poi a quello di via Fadda, nella vicina Cinecittà Est - Lamaro.

IL RAPINATORE SOLITARIO IN AZIONE - IL VIDEO

INDAGINI DELLA POLIZIA - Gli investigatori, coordinati dal dottor Domenico Sannino, dopo aver acquisito le diverse denunce e le varie testimonianze dei testimoni, hanno concentrato le loro attenzioni sulle immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza dei vari esercizi commerciali. Dalle caratteristiche fisiche e dalle movenze, i poliziotti hanno riconosciuto un possibile responsabile.

TROVATO ALLE TORRI - Mostrando la foto segnaletica, presente negli archivi della Polizia, alle vittime delle rapine, si è avuta la certezza. Si trattava di un 44enne romano, già noto alle forze dell’ordine. Individuato presso la sua abitazione nella periferia est della Capitale, l’uomo è stato arrestato.

PISTOLA E ABITI USATI PER LE RAPINE - All’interno del suo appartamento, gli investigatori hanno trovato e sequestrato una pistola ad aria compressa, l’arma utilizzata per compiere le rapine, e gli abiti indossati dall’uomo nelle diverse circostanze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento