rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Borgo / Lungotevere Castello

Rapinato degli abiti griffati viene lasciato in mutande nei giardini di Castel Sant'Angelo

Vittima un 16enne. I due ladri fermati poco dopo la polizia con i vestiti appena rubati

Lo hanno letteralmente lasciato in mutande e calzini. A rimanere seminudo in un freddo pomeriggio di gennaio un ragazzo di 16 anni, aggredito e rapinato da una coppia di giovanissimi che lo hanno derubato degli abiti griffati che indossava. E' accaduto nei giardini di Castel Sant'Angelo, a due passi da San Pietro. 

La particolare rapina si è consumata intorno alle 18:00 di mercoledì 13 gennaio su lungotevere Castello. Qui la vittima, un16enne egiziano, è stato sorpreso da una coppia di ragazzi. Afferrato al collo da uno dei due è stato costretto ad andare in un luogo più appartatato dove, sotto minaccia, è stato derubato di giacca, maglione, t shirt e pantaloni per poi essere lasciato con il solo intimo nei giardini di Prati. 

Richiesto l'intervento della polizia sul posto sono intervenute le volanti e gli agenti del Commissariato Borgo di Polizia. Ascoltata la vittima la stessa ha fornito una descrizione dei due rapinatori con uno dei fermato poco dopo mentre si allontanava dai giardini di Castel Sant'Angelo con indosso gli abiti appena rubati al 16enne.

Riconosciuto dalla vittima quale autore del furto, i poliziotti hanno poi trovato e fermato anche il complice, fermato a Prati e trovato con i vestiti che si era scambiato con l'amico. Identificati in un romano di 18 anni, ed un minorenne di 17, i ladri sono stati associati nelle camere di sicurezza del commissariato Borgo a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinato degli abiti griffati viene lasciato in mutande nei giardini di Castel Sant'Angelo

RomaToday è in caricamento