menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Ancora scippi al Montesacro: donna presa per il collo e spinta contro il muro

A dare l'allarme alcuni passanti. Il rapinatore è stato individuato dai carabinieri nella zona di Conca d'Oro

Cercavano lo scippatore che nelle ultime settimane ha seminato il panico a bordo del suo scooter fra i quartieri del Municipio ed hanno arrestato un suo 'collega'. Siamo nel III Montesacro, dove una escalation di criminalità ha portato le forze dell'ordine ad incrementare ulteriormente i controlli per fronteggiare furti, scippi e rapine. A creare allarme fra gli abitanti dei quartieri del III Municipio Montesacro un malvivente a bordo di un motorino che nelle ultime settimane ha preso di mira diverse donne, scippate con la stessa tecnica fra le zone di Conca d'Oro, Val Melaina ed il Nuovo Salario. Aumento delle pattuglie in strada che non hanno però scoraggiato un altro malvivente, un 40enne, che ha aggredito e rapinato una donna che stava rientrando in casa. 

E' accaduto domenica pomeriggio nella zona di Conca d'Oro, dove i Carabinieri della Stazione Roma Città Giardino hanno arrestato un 40enne romano con l’accusa di rapina aggravata e danneggiamento. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, in via Valsesia, ha avvicinato una donna di 49 anni che stava rincasando, l’ha afferrata al collo e dopo averla spinta contro un muro, le ha strappato il telefono cellulare dalle mani, dandosi, poi, alla fuga lungo le vie limitrofe.

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, in via Valsesia, ha avvicinato una donna di 49 anni che stava rincasando, l’ha afferrata al collo e dopo averla spinta contro un muro, le ha strappato il telefono cellulare dalle mani, dandosi, poi, alla fuga lungo le vie limitrofe.

I Carabinieri, in transito pochi istanti dopo il fatto, hanno raccolto una descrizione sommaria del fuggitivo fatta dalla vittima e, nel giro di qualche minuto, lo hanno individuato e bloccato in via Val di Lanzo, dopo che, senza alcun motivo, aveva danneggiato con un pugno il lunotto posteriore di un’auto in sosta.

Dopo l’arresto, i Carabinieri hanno interamente recuperato e restituito alla vittima la refurtiva: la donna ha richiesto l’intervento del 118 ed è stata trasportata in codice giallo al Policlinico Umberto I per accertamenti. Il 40enne è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento